Input your search keywords and press Enter.

Cosa fare nel weekend: ecco i nostri consigli

Riecco un nuovo weekend, tante le opzioni di divertimento e relax. Se vi trovate tra Nola e Napoli allora questi nostri consigli potrebbero tornarvi utili.

MOVIDA E SAGRE

In attesa del Carnevale, tanti locali del centro di Nola e della movida di Napoli si addobberanno a festa, per una serata free troverete ciò che fa per voi. Se volete invece organizzare il vostro fine settimana in maniera più mirata, allora vi consigliamo le due serate del weekend del First Floor di Pomigliano d’Arco: venerdì 21 in scena il SAUDÀ Live/Neapo-BrazilianTrio, sabato 22 invece sarà il turno dei Federa per il Carnival Party. Per gli amanti delle sagre, invece, impossibile non segnalare la sfilata dei carri allegorici a Saviano e lo splendido spettacolo delle Quadriglie di Palma Campania, oltre alla ventiduesima edizione della Mascherina d’Argento per i più piccoli, a Nola domenica 23.

CONCERTI

È il weekend di Alfa: la stella nascente della musica pop italiana sarà in concerto al Duel Beat domenica 23. Segnaliamo, inoltre, anche il concerto di Dodi Battaglia al Teatro Acacia (venerdì 21).

CINEMA

Due i consigli per i film in sala: “Sonic” (evergreen per nostalgici con Jim Carrey) e “Gli anni più belli” (romantico film con un cast spettacolare tutto italiano, sulle note del grande Baglioni). Entrambi li trovate sia al The Space al Vulcano Buono che al Multisala Savoia di Nola.

TEATRO

Al teatro grandi spettacoli questo weekend, vi consigliamo: “Muhammad Ali” con protagonista Francesco Di Leva (al Teatro Piccolo Bellini di Napoli) e “Animali da bar” di Gabriele Di Luca con la Carrozzeria Orfeo (al Teatro Bellini di Napoli).

MOSTRE

Una grande mostra nel weekend, ve la segnaliamo: “Thalassa, meraviglie sommerse dal Mediterraneo” in mostra al MANN a Napoli. 400 reperti in esposizione, 9 sezioni espositive, un focus sul porto antico di Napoli, il tutto nel Salone della Meridiana, dove il viaggio inizia attraverso un portale che spinge il visitatore a varcare la soglia per scoprire l’esposizione, che rappresenta una grande raccolta di quanto svelato dalla disciplina dell’archeologia subacquea dal 1950 sino ad oggi.