Input your search keywords and press Enter.

Due bambini coinvolti in due aggressioni in 48 ore ad Avellino e Torre del Greco

Due episodi di violenza in meno di 48 ore a danno di bambini, entrambi nello scorso weekend. Il più altisonante è quello di venerdì 31 maggio: un bambino di 13 anni è stato pesantemente picchiato da un coetaneo nei bagni del convitto nazionale “Pietro Colletta” di Avellino, il fatto è stato denunciato dal padre sui social (il piccolo ha rischiato di perdere un occhio). Dopo neanche 48 ore un altro caso è stato denunciato, questa volta da Domenico Falco, presidente del Corecom Campania, che ha diffuso la notizia di violenze subite da un bambino di 4 anni a Torre del Greco a causa di un gesto violento di una donna in strada.

In via Diego Colamarino, intorno alle 10, una donna ha aggredito un bimbo di quattro anni che passeggiava con la mamma e con il fratellino; il piccolo, accasciatosi a terra per il dolore ed il grande spavento, è stato poi soccorso dalla follaha affermato Domenico FalcoDopo il gravissimo episodio di venerdì  ad Avellino, dove un 13enne è stato pestato a sangue nei bagni di una scuola media, oggi ci troviamo a discutere dell’ennesima aggressione. È opportuno ha aggiunto Falcointensificare tutte le attività a tutela dei minori, con ogni strumento a disposizione. Gli ultimi episodi di violenza ai danni di minori, anche piccolissimi, denotano un problema dalla portata enorme. L’aggressività nei confronti di bambini, il gravissimo fenomeno del bullismo, lanciano un segnale d’allarme chiaro ed inequivocabile: c’è bisogno di intervenire concretamente per far sì che la tutela dei minori possa essere la priorità del governo centrale e delle forze dell’ordine. Garantire la sicurezza e l’incolumità dei più piccoli è un principio basilare per ogni comunità civile”.

                                Domenico Falco

Il Comitato Regionale per le Comunicazioni della Campania esprime sincera e convinta solidarietà alle famiglie dei bambini vittime di violenza ed è disponibile ad offrire collaborazione concreta per attivare nuove iniziative a favore dei minori. Gli ultimi episodi di violenza ai danni di minori, anche piccolissimi, denotano un problema dalla portata enorme. L’aggressività nei confronti di bambini, il gravissimo fenomeno del bullismo, lanciano un segnale d’allarme chiaro ed inequivocabile – ha concluso Falco c’è bisogno di intervenire concretamente per far sì che la tutela dei minori possa essere la priorità del governo centrale e delle forze dell’ordine. Garantire la sicurezza e l’incolumità dei più piccoli è un principio basilare per ogni comunità civile”.