Input your search keywords and press Enter.

Trasparenza in politica e “braccialetti bianchi”: ecco la petizione di Riparte il Futuro

Trasparenza in politica: continua l’attività dell’organizzazione no profit Riparte il Futuro in materia di diritto all’informazione e trasparenza durante le elezioni. Come si fa? La petizione dell’associazione è uno strumento tramite il quale i cittadini possono chiedere ai rappresentanti politici e ai candidati di dimostrare la loro idoneità in maniera trasparente rispondendo a 5 criteri, ricevendo così il “braccialetto bianco”.

Anche Andrea Manzi aderisce alla petizione di “Riparte il Futuro”. Il candidato alla Camera dei deputati della colazione di centrosinistra nel collegio uninominale di Nola ha risposto all’appello dell’organizzazione apartitica ed indipendente che si batte contro la corruzione e che in vista delle elezioni del 4 marzo ha chiesto a chi aspira a diventare parlamentare di rispettare i “cinque impegni di trasparenza”: rendere noto il curriculum di studi e lavori e le precedenti cariche pubbliche locali e nazionali eventualmente rivestite; dichiarare la propria situazione giudiziaria; dichiarare possibili conflitti di interesse; rendere pubblica la propria situazione patrimoniale; dichiarare se si ricevono finanziamenti pubblici o privati per la campagna elettorale. Manzi è sinora l’unico nel Collegio uninominale di Nola ad ottenere il “braccialetto bianco” che simboleggia una candidatura trasparente. Il suo profilo è consultabile a questo indirizzo: https://www.riparteilfuturo.it/candidati-trasparenti/Andrea%20-Manzi-11602 .

Legalità, giustizia e trasparenza sono da sempre le linee direttrici non solo del mio impegno politico e di amministratore, ma della mia vita privata e professionale – afferma Andrea ManziHo aderito quindi subito alla campagna di “Riparte il Futuro” e mi impegnerò da parlamentare affinché continui in Italia il cammino legislativo contro la corruzione”.