Input your search keywords and press Enter.

Tornano i tifosi allo stadio anche in Italia

Finalmente, già a partire dalle semifinali e dalle finali degli Internazionali di Tennis, potranno assistere 1000 spettatori a tutte le competizioni sportive che si terranno all’aperto e che rispetteranno scrupolosamente le regole previste in merito a distanziamento, mascherine, prenotazione dei posti a sedere: un primo, ma significativo passo verso il ritorno, speriamo presto, alla normalità nello sport“. Ad annunciarlo è il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che poi aggiunge: “Nelle prossime ore verrà ufficializzata la decisione, ma desidero sin da subito ringraziare il ministro Speranza per la collaborazione e il Comitato Tecnico scientifico per aver tempestivamente programmato l’audizione che ho richiesto. Dal confronto con i rappresentanti dei miei uffici, sono emerse le condizioni per un ulteriore approfondimento delle questioni riguardanti il mondo sportivo e per la condivisione del nostro punto di vista in merito all’esigenza di non differenziare tra eventi culturali ed eventi sportivi. Auspico il più rapido compimento di tutte le azioni necessarie per rendere immediatamente applicabile quanto deciso“.

Nel frattempo, nella giornata del 19 settembre avrà inizio la nuova Serie A e due stadi già avranno possibilità di ospitare qualche centinaio di tifosi. La prima Regione ad aprire sarà l’Emilia Romagna, con apposita ordinanza firmata dal presidente Stefano Bonaccini. Il pubblico sarà infatti sugli spalti di Parma e Reggio Emilia perParma-Napoli e Sassuolo-Cagliari. Spazio fino a un massimo di 1000 persone, vietato assistere alle partite da postazioni in piedi, di introdurre all’interno dello stadio striscioni, bandiere o altro materiale e vietata qualsiasi forma di contatto fra giocatori e spettatori, i biglietti si potranno acquistare solo online e i tifosi dovranno indossare la mascherina.