Input your search keywords and press Enter.

Terremoto politico a Torre del Greco: in manette sindaco che aveva creato ad hoc l’emergenza rifiuti

Terremoto politico a Torre del Greco. Il 60enne Ciro Borriello, sindaco del comune vesuviano, è finito in manette nell’ambito di una inchiesta su fatti che partono dal 2014. Il primo cittadino era interessato ad estromettere la ditta Ego Eco che aveva vinto regolarmente l’appalto della raccolta per i rifiuti.

“S’adda regnere a città e munnezza” (si deve riempire la città di immondizia), si sarebbe sentito in un’intercettazione. Borriello voleva creare le condizioni per determinare un’emergenza rifiuti che la ditta non potesse gestire, in modo da estrometterla e far subentrare una ditta amica, la ditta dei Fratelli Balsamo (in manette anche Massimo e Ciro Balsamo). Era stato istituito anche un servizio sostitutivo di raccolta rifiuti svolto da dipendenti comunali incardinati in uffici diversi dalla Nettezza urbana, violando così la normativa di settore. Era stato fatto in modo di rappresentare una situazione di pericolo per la salute pubblica grazie ad una certificazione emessa da competente ufficio dell’Asl Napoli 3Sud priva di ogni fondamento e riscontro.

Grazie ad un lavoro di più di due anni e ad intercettazioni e riprese video gli uomini della Procura hanno potuto accusare di corruzione il sindaco Borriello, già dimissionario per problemi in giunta. Il sindaco. secondo le indagini, riceveva tangenti mensili dai fratelli Balsamo in luoghi isolati privi di copertura telefonica.

Medico chirurgo, Ciro Borriello è in poltiica dal 1993, prima tra le fila della DC e poi tra quelle della destra, da alcuni tempi si era avvicinato alla Lega Nord. Lo scorso febbraio era stato condannato dalla Corte d’Appello ad un anno di reclusione per soppressione d’atti veri e abuso d’ufficio nell’ambito di una inchiesta di abusivismo edilizio.

Attualmente la vicesindaco Romina Stilo, estranea ai fatti, regge la giunta e su Facebook spunta una candidatura singolare. La modella Nina Moric, findazanta con un residente della cittadina vesuviana (Mario Luigi Favoloso), ha annunciato infatti il suo interesse a scendere in campo politico: “Sono felice di informare i cittadini di Torre Del Greco che alle prossime elezioni mi candiderò anche io. Questa cosa che vi ho liberato di Favoloso è arrivato il momento di pareggiarla”.