Input your search keywords and press Enter.

Taser, al via la sperimentazione a Napoli

Dal prossimo 5 Settembre la vita per i malviventi di strada sarà più difficile a Napoli. Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, infatti, potranno far uso del Taser, noto più semplicemente come pistola elettrica, un’arma che fa uso dell’elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli. Si tratterà inizialmente di una sperimentazione voluta dal ministro dell’Interno Matteo Salvini che, tramite un apposito decreto, ne ha dato il via libera per l’utilizzo nelle seguenti città: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Genova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi. Anche a Napoli sarà quindi possibile imbattersi in agenti con in dotazione il Taser. Nell’uso di quest’arma però gli uomini delle forze dell’ordine dovranno eseguire alcune procedure. Bisognerà, infatti, prima mostrare il dispositivo senza essere impugnato per far desistere il malvivente dall’atto e, solo se il tentativo fallisce, si potrà sparare il colpo. Inoltre si dovrà tener conto sia del contesto che dei rischi derivanti da una caduta del soggetto.

Vincenzo Persico

Classe 1991, laureato in Economia Aziendale all’Università Federico II di Napoli ed Esperto Contabile. Interessi particolari : sport, politica e soprattutto economia. Si occupa per il giornale, in particolare, di Tributaria ed economia nazionale.