Input your search keywords and press Enter.

Oltre la disabilità, tra sogni e sport: la storia dell’amicizia di Francesco e Diamante

Un’amicizia che va oltre le barriere, una vita all’insegna della felicità. Francesco Nunziata, con la sua vita e con l’amicizia che lo lega a Diamante Falco, dimostra quanto la disabilità possa essere tanto dura quanto effimera se di mezzo ci sono sentimenti e sogni. Questa è la storia di due ragazzi, due amici, due sportivi che danno un calcio agli ostacoli imposti dalla vita e dalla società. Questa è la storia di Francesco, 33enne affetto da disabilità, e Diamante, suo amico e partner in crime. Entrambi savianesi, entrambi innamorati del calcio, da anni seguono soprattutto le compagini sportive della loro Saviano.

Tutto ebbe inizio nel mese di Novembre 2012, era il primo anno in cui la nuova società di Calcio a 5 scendeva in campoci racconta Diamante – Io ero lì al campetto a vedere una gara di campionato e a fine partita conobbi Francesco. Anche lui era lì, presente ad assistere all’evento, e stava chiedendo alla gente se qualcuno era disposto ad accompagnarlo a casa, visto che l’amico che l’aveva portato al campo era dovuto andare via per motivi suoi personali. Io mi avvicinai e, dopo essermi presentato, gli offrii il mio aiuto. Quando ci salutammo gli lasciai il mio numero di telefono, dicendogli che se qualche volta avesse avuto difficoltà di spostamento mi avrebbe potuto chiamare senza crearsi problemi“. Da lì comincia l’avventura da tifosi di Diamante e Francesco, il sabato successivo infatti i due tornano a seguire il Saviano, sarà solo la prima insieme, di lì in poi non si sarebbero persi neanche una trasferta. “Sono stati mi 7 anni intensi di sport in cui abbiamo visto, tra calcio a 5 e calcio a 11, ben 6 promozioni e conosciuto tanta tantissima gente, viaggiando con tutti i mezzi, macchina, traghetti, aerei, come quella volta che volammo in Sardegna per seguire la Finale Play Off per l’accesso in serie B di calcio a 5″.

Tanti viaggi ma non poche difficoltà. Francesco soffre di gravi disabilità che gli impediscono i movimenti di routine e diverse volte è capitato che la disabilità alle gambe ed alle braccia gli portasse problemi. “Una volta – racconta Diamante – andammo a vedere una partita a Sorrento ma scoprimmo che si dovevano salire oltre 100 gradini e per noi era impossibile. Ce ne dovemmo andare, io ero infuriato, eppure Francesco non se la prese più di tanto. Ma lui è così, un ragazzo dal cuore grandissimo, in grado di insegnare il senso della vita a gran parte di noi. Una volta mi disse: Diamante, lo sai il giorno più bello della mia settimana qual è? Il sabato quando vengo a vedere la partita con te“.

Francesco Nunziata ha raggiunto anche un altro grande obiettivo: diventare scrittore. Il suo primo libro, dal titolo “Viaggio verso Te, parla delle avventure di Pedro, un ragazzo di Buenos Aires alla ricerca dell’amore e della libertà. “Scoprii con grande felicità che mi aveva citato in un capitolo del suo libro – ci dice ancora Diamante – Lui vive con la mamma e la sorella, è nato in Brasile ed è stato adottato. Per via delle sue disabilità deve usufruire di un montascale, ma non fatevi ingannare, è un cervellone, ci mette tutti in tasca“.

Ed arriviamo quindi alla parte più bella di questa storia ed anche la più recente. Diamante ha un’altra passione che è quella del running. Comincia in maniera amatoriale nel 2016 partecipando alla gara podistica di San Paolo Bel Sito; accusa però i primi problemi e infatti resta fermo un anno intero per via di un infortunio. Ma è proprio in questo anno che trascina con sè proprio Francesco in questa “pazza” idea di correre insieme. In collaborazione con il Team Lorenzo di Aversa, il quale ha in squadra un ragazzo con disabilità, riescono a farsi prestare una carrozzina da corsa e coronano il grande sogno di Francesco: correre. La Corriamo Saviano del 2018 è la prima gara di Francesco e Diamante, ma ce ne saranno tante altre, l’ultima ancora la Corriamo Saviano, ma quella del 2019. Francesco ora è un iscritto dell‘ASD Running Saviano e a breve avrà anche una carrozzina da corsa tutta sua.

Ancora oggi Diamante e Francesco passano i weekend a viaggiare in macchina verso i campi di calcio della Campania. Tra mille difficoltà ma anche tra tante gioie. Perchè se il sorriso di Francesco ci ha insegnato una cosa è che non ci sono barriere che tengano se hai dei sogni da inseguire e delle persone che ti sostengono. A volte, forse, gli anormali siamo proprio noi.

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Collabora come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.