Input your search keywords and press Enter.

Il ministro del Lavoro Catalfo a Nola: “Pronti a replicare in tutta Italia lo Spazio Lavoro del CIS”

Siamo pronti a replicare nel resto di Italia la positiva esperienza dello sportello Spazio Lavoro, insediato dalla Regione Campania per la prima volta all’interno del CIS-Interporto. Puntiamo così anche a rendere sempre più fluida e sempre più dinamica questa rete di imprese, formazione, operatori dei centri per l’impiego e giovani“, queste le parole che il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha diretto ai numerosi ragazzi presenti nella mattinata del 3 dicembre presso il CIS/Interporto in occasione di “@Work: Il Career-day al CIS-Interporto con i talenti dell’ICT”.

L’incontro è stato organizzato da Spazio lavoro e Regione Campania, in collaborazione con CIS/Interporto di Nola, e ha dato alle imprese interessate l’opportunità di incontrare giovani informatici in possesso della certificazione Oracle, conseguita nel Progetto Java per la Campania. Il Distretto CIS-Interporto rappresenta un agglomerato di circa 500 aziende con quasi 7000 addetti diretti ed è un incubatore di imprese, idee e progetti in continua crescita. Inoltre, la controllata di Interporto Campano S.p.A., ISC – Interporto Servizi Cargo, negli ultimi tre anni è passata da 80 dipendenti a 150 e conta di arrivare a 200 entro la fine del 2020.

In seguito alla sessione di colloqui, sono interventi nel corso del focus-group “La sperimentazione di Spazio Lavoro l’Assessore al Lavoro della Regione Campania, Sonia Palmeri, il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, il presidente Anpal Servizi, Domenico Parisi, il responsabile Territoriale Anpal Servizi, Michele Raccuglia, l’amministratore delegato CIS-Interporto Campano, Claudio Ricci, il presidente CIS S.p.A., Ferdinando Grimaldi, e Francesco Duraccio dell’Ordine Consulenti del Lavoro.

Il Presidente del CIS, Ferdinando Grimaldi, ha affermato:

Sono davvero felice della presenza di così tanti giovani; i ragazzi rappresentano il futuro per le nostre aziende. Per questo dico che dobbiamo puntare su di loro e valorizzare la loro capacità innovativa, mettendo noi in campo tutte le azioni e le iniziative in grado di far sviluppare i loro talenti.

A margine dell’evento, tuttavia, il sindaco Minieri ha commentato in maniera stizzita un momento della giornata. Alcune ore dopo, infatti, sulla sua pagina Facebook ha scritto:

Sbocchi occupazionali e nuove opportunità di sviluppo di impresa. Senza il rispetto non andiamo da nessuna parte. Ho partecipato al CAREER DAY, un importante focus sulle nuove opportunità in campo lavorativo organizzato da Spazio Lavoro e Regione Campania in collaborazione con l’Interporto Campano, che ha ospitato l’evento. Non discuto la qualità dell’iniziativa, di grande interesse considerata anche la presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’onorevole Nunzia Cataldo, e dell’assessore al Lavoro della Regione Campania, Sonia Palmieri. Ciò che mi lascia perplesso è che ancora una volta viene messo da parte il cuore pulsante dell’area, rappresentato dalle comunità. Ritengo, infatti, che tali iniziative debbano includere prima i territori e poi i distretti industriali. Come possiamo far emergere le imprese locali se non mettiamo a loro disposizione gli strumenti necessari per incoraggiare potenziali imprenditori ad investire al Sud, stimolandoli a nuove idee o progetti? Un quadro che ho manifestato all’assessore Palmieri che, in tutta risposta, non ha preso minimamente in considerazione lasciando cadere, nel suo successivo intervento, le mie sollecitazioni. Addirittura, nei suoi saluti e ringraziamenti iniziali, si è ricordata di tutti tranne del sottoscritto in qualità di sindaco della città di Nola. Una indifferenza totale verso le istituzioni locali ma soprattutto nei confronti della città che rappresento. Un comportamento che mi ha costretto a lasciare il tavolo prima della fine dei lavori. Cara assessora Palmieri, io non ci sto. La mia comunità prima di tutto. Nessun gioco di potere o altro. Solo rispetto per i miei cittadini e per quanti, nonostante le mille difficoltà, continuano a credere nel futuro di questa terra. Restituiamo la giusta centralità a Nola.