Input your search keywords and press Enter.

La Sierra si racconta: dalla nascita fino al successo con X-Factor

Questa volta ai microfoni di 081 News abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Giacomo della Sierra, il gruppo classificatosi al terzo posto all’ultima edizione di X-Factor Italia. Ecco cosa ci siamo detti nel dettaglio:

“Cosa pensi di questo momento che stiamo vivendo?”

I nostri antenati hanno vissuto situazioni anche più gravi ed ora anche la nostra generazione deve fare i conti con la storia.

“Comete ci ha confidato di voler fare un brano con voi, potrebbe succedere?”

La stima c’è tutta, siamo grandi amici e confido in futuro, con l’appoggio dei nostri team, di poter realizzare qualcosa di veramente bello. Nel programma con lui si è aperta una porta per il cantautorato.

“Quali sono le vostre influenze musicali?”

Io nasco come batterista metal, Massimo suona batteria e pianoforte. Ultimamente mi sto sintonizzato sulla musica elettronica che, come diceva Salmo, sta entrando fortemente nella scena rap; noi istintivamente lo avevamo fatto con Enfasi. Amo le contaminazioni.

“Vi aspettavate il successo raggiunto con Enfasi?”

Noi siamo sempre stati indipendenti, la nostra idea era di fare solo le audizioni ma poi la cosa è andata oltre le aspettative e siamo stati molto felici di questo. Vogliamo uscire con nuova musica ma la situazione attuale impone varie restrizioni, siamo con la pistola puntata e aspettiamo che il coronavirus entri nel mirino.

“Che importanza date al vostro quartiere?”

Per noi Monte Sacro (quartiere di Roma, ndr) ha un valore artistico fondamentale, da qui sono partiti tantissimi artisti.

“Potremo vedervi in live prossimamente?”

Assolutamente, avevamo pronte molte date ma per via di questa situazione siamo stati costretti a rimandare il tutto, appena potremo ci faremo trovare pronti.

Francesco Amato

Classe 1998, studente di Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Salerno. Appassionato di musica, comunicazione digitale e giornalismo. Una frase che lo identifica? "Non si scrive perché si ha qualcosa da dire ma perché si ha voglia di dire qualcosa”