Input your search keywords and press Enter.

Sibona Grappa Riserva in Botti da Porto: qualità elevata ad un costo contenuto

Cari amici, questa settimana  si parlerà di grappa, con un prodotto proveniente da una delle più tipiche zone di produzione di questo distillato: il Piemonte.
La grappa in questione è prodotta da Sibona Antica Distilleria, un’azienda attiva da oltre un secolo e sita a Piobesi d’Alba, a pochi chilometri dal noto centro sede di altre rinomate distillerie e centrale rispetto ad una zona vinicola che regala al mondo il vitigno Nebbiolo, impiegato per la produzione di importanti vini, quali il Barolo, il Barbaresco e il Roero. 

Cenni Storici

La distilleria si fregia di avere la licenza U.T.F N.1 (Organismo facente capo all’agenzia delle dogane, con compito di accertamento, ispezione, controllo ed espletamento delle formalità relative alle imposizioni indirette su produzione e consumi),  testimonianza dell’antica tradizione produttiva. Sibona si è sempre focalizzata, fin dalla sua origine, sulla produzione di grappe monovitigno ottenute mediante la distillazione in corrente di vapore delle vinacce fresche. La distillazione infatti avviene appena le vinacce arrivano in distilleria, per preservare ulteriormente aromi e sapori.
La distillazione ebbe inizio impiegando una locomotiva a vapore che ha successivamente lasciato il posto ad alambicchi tradizionali in rame.
Sibona ha realizzato notevoli investimenti per potenziare e migliorare l’attività produttiva e, nel 2003, ha costruito una nuova struttura in cui  ha successivamente integrato una nuova cantina per consentire di ampliare il numero di botti in legno impiegate per l’invecchiamento delle grappe. Tra le varie, si annovera l’uso di botti di Porto, Sherry, Madeira e Tennessee Whiskey, da cui derivano le omonime grappe riserva.
Il range di prodotti di Sibona è piuttosto ampio e variegato e comprende numerose grappe pluripremiate nei vari concorsi nazionali ed internazionali.

La grappa esaminata in questa recensione è la Riserva affinata in botti da Porto, ergo botti che hanno precedentemente contenuto il nobile vino, nell’espressione del Vintage Port. L’azienda non specifica la provenienza delle botti ma, sulla confezione, fa riferimento a una “delle più prestigiose cantine”. È un metodo già impiegato per l’affinamento di diversi Whisky e che Sibona ed altre distillerie hanno pensato di impiegare anche per la Grappa. E’ una grappa monovitigno Riserva, quindi  maturata in legno per almeno 18 mesi, (l’azienda fa riferimento ad alcuni anni) e poi elevata per altri 12 mesi in botti da Porto. Le vinacce impiegate sono quelle di Nebbiolo. Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti tra cui è opportuno ricordare l’Alambicco d’Oro in  diverse edizioni del Concorso e svariate medaglie d’argento all’I.W.S.C., noto concorso internazionale. La reperibilità del prodotto è ampia, essendo esso disponibile presso svariate enoteche anche online. Da amante del Porto e della Grappa, non potevo esimermi dal testare questo “matrimonio” e verificarne l’efficacia!

Sibona

Note Degustative

Aspetto: Ambra

Olfatto: Bouquet intenso e penetrante, con distinte note floreali e di frutti rossi. Ravvisabile infatti ciliegie, lamponi, fragole che conferiscono all’olfatto una nota gradevole e sensuale. È possibile scorgere anche un piacevole aroma di vaniglia ma anche cannella e cioccolato. Dall’olfatto sono distintamente riconoscibili le note di Vintage Port, le cui botti sono state impiegate per l’affinamento del Nebbiolo. Molto complesso.

Palato: Delicato e rotondo e, al contempo, incisivo. Un delizioso amalgama di frutti rossi morbidi e suadenti come nell’olfatto. Ritorna il cioccolato, si percepisce sullo sfondo la vaniglia e mi è sembrato di scorgere anche un pizzico di liquirizia. La gradazione non si percepisce quasi, l’alcool è di sfondo ma non invadente al palato. Decisamente elegante.

Finale: Piuttosto lungo e morbido, con un piacevole retrogusto fruttato che, come all’olfatto e al palato,ricordano un Vintage Port.

Sibona, a mio modesto parere, ha avuto pieno successo nell’esperimento realizzando una Grappa Riserva di autentico spessore ed eleganza. Una grappa perfettamente abbinabile a dolci a base di cioccolata come ad esempio un tortino al fondente con cuore caldo, amaretti, ma è bevibile anche da sola, come digestivo o da meditazione. Con un rapporto qualità/prezzo impressionante, non vedo alcun motivo per non consigliare questa grappa!

Appuntamento alla prossima settimana.

 

Giuseppe Napolitano

Oltre all'immensa passione per il beverage, sfociata nella realizzazione del blog "Il Bevitore Raffinato",Giuseppe Napolitano è anche un avido lettore, amante del cinema, dei viaggi (non solo in ambito di ampliamento delle sue conoscenze sul tema beverage) e dell'informatica. E' impegnato nel sociale, essendo dapprima Socio del Rotaract Club Nola-Pomigliano d'Arco (di cui è oggi Socio Onorario, dopo un passato di affiliazione attiva) e, ora, Socio del Rotary Club omonimo. Ha fatto parte della giuria del premio "Whisky & Lode" del Roma Whisky Festival, la kermesse romana dedicata interamente al Whisky. Non ultimo, il suo spazio è annoverato tra le risorse online consigliate in due testi (tradotti in Italiano), tra quelli di maggior interesse per gli appassionati: "Degustare il Whisky di Lew Bryson e "Guida Completa al Whisky di Malto" di Micheal Jackson.