Input your search keywords and press Enter.

Scuola diocesana cittadinanza attiva, Acqua Bene Comune al centro

Riprende per il quinto anno la Scuola diocesana di formazione alla cittadinanza attiva, partendo dal forte messaggio sociale dell’ultima enciclica Di Papa Francesco. Primo incontro sul tema “Acqua Bene Comune” sabato 28 novembre alle ore 17 presso la Casa del mutilato a Nola. A discutere dell’importante questione sono invitati Gianluca Napolitano, rappresentante del Comitato civico per la difesa del diritto all’acqua, Salvatore Cioffi, delegato della Scuola diocesana, e don Aniello Tortora, direttore dell’Ufficio diocesano pastorale sociale e lavoro.
“L’amore, pieno di piccoli gesti di cura reciproca, è anche civile e politico, e si manifesta in tutte le azioni che cercano di costruire un mondo migliore. L’amore per la società e l’impegno per il bene comune sono una forma eminente di carità, che riguarda non solo le relazioni tra gli individui, ma anche «macro-relazioni, rapporti solidali, economici, politici». Per questo la Chiesa ha proposto al mondo l’ideale di una «civiltà dell’amore». L’amore sociale è la chiave di un autentico sviluppo”. Così scrive Papa Francesco nella Laudato Sì, l’enciclica sulla cura della casa comune che, nel richiamare ogni uomo e donna alla responsabilità verso il territorio, l’ambiente e il paesaggio abitati, invita ad assumersene la cura insieme, fondando così sulla bellezza delle relazioni umane la possibilità di un mondo migliore. L’enciclica di Papa Francesco interpella la vita di ciascuno, ed è per questo che gli incontri della Scuola diocesana di Formazione alla cittadinanza attiva si svolgeranno proprio a partire da essa, dalle sue forti e anche profetiche parole.
Una scelta in sintonia con il Sinodo che la Chiesa di Nola sta vivendo: «All’inizio di questo evento di grazia – ha detto il vescovo Beniamino Depalma, nell’omelia della celebrazione di apertura dell’anno sinodale – ho convocato non solo i pastori e le comunità della diocesi, non solo i fratelli delle altre confessioni cristiane con le quali condividiamo la fede e la missione, ma ho chiesto la partecipazione di quanti sono impegnati a vario titolo nel servizio al territorio. A voi amici amministratori e politici vorrei ricordare che senza Dio costruiamo una città e un territorio disumano, dove ogni azione diventa inconsistente, senza un fondamento e senza una vera e profonda motivazione, dove la politica rischia di diventare la ricerca del benessere personale o di pochi e non servizio al bene di tutti, dove chi resta fuori dalla cura sono i più deboli ed emarginati. Vogliamo impegnarci per la stessa missione: la dignità dell’uomo, del nostro stupendo territorio».

Queste il programma completo:
NOLA – 28 Novembre 2015 – ore 17
Acqua Bene Comune
Presso Sala della Casa del Mutilato
SPERONE 5 Dicembre 2015 – ore 10
Il Servizio del Trasporto pubblico
Presso Aula Consiliare
BOSCOREALE-MARCHESA – 12 Dicembre 2015 – ore 10
La Partecipazione esercizio di democrazia
Presso la Parrocchia S. Giuseppe
SCAFATI – 27 Febbraio 2016 – ore 10
Rifiuti e inquinamento ambientale
Presso Parrocchia San Pietro Apostolo
CASTELLO DI CISTERNA – 5 Marzo 2016 – ore 10
Legalità e Immigrazione
Presso Parrocchia San Nicola
SOMMA VESUVIANA – 12 Marzo 2016 – ore 10
Bilancio partecipato
Presso Cenacolo S. Maria del Pozzo