Input your search keywords and press Enter.

Scontri a Roma: decine di sigle ultras si dissociano

Napoli, Atalanta in A ma anche Nola in D, sono tanti i gruppi di tifo organizzato che hanno detto no alla manifestazione del Circo Massimo. Nella giornata del 6 giugno a Roma si sono raccolti i “Ragazzi d’Italia“, un’unione di esponenti di estrema destra di Forza Nuova e di diverse frange di ultras di calcio. Le proteste contro il Governo hanno ben presto preso una piega violenta, con decine di persone con volto coperto che hanno caricato la polizia lanciando fumogeni, pietre e bottiglie. Nei primi istanti degli scontri i manifestanti si sono scagliati contro i giornalisti, salvati solo dall’intervento della polizia, mentre dopo essersi raccolti al Circo Massimo sono scoppiati scontri anche tra loro stessi. Nelle ultime ore, tuttavia, molte sigle ultras hanno preso le distanze. Già alla vigilia era stata annunciata la loro mancata adesione ma la conferma è arrivata in seguito agli scontri con, in particolare, un manifesto a firma “Movimento Unitario Basta Abusi“, che raccoglie 150 sigle di gruppi ultras: “Ci dissociato dai fatti avvenuti, saremo noi a decidere come e quando metterci la faccia“.