Input your search keywords and press Enter.

Scatta maxi-sequestro di 3 milioni ai danni di un’azienda tessile del Nolano

Nella mattinata del 5 marzo i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Nola hanno compiuto un sequestro di beni per quasi 3 milioni di euro ai danni di un’azienda tessile attiva nel nolano. Il decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Nola, risultato di un’accurata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Nola, ha portato per l’esattezza al sequestro di 2.734.370,27 milioni di euro nei confronti della società F.F., attiva nell’area nolana nel settore del commercio di tessuti ed abbigliamento. Indagato per il reato di omessa dichiarazione G.S., il rappresentante pro tempore.

In seguito ad una minuziosa attività ispettiva di carattere fiscale operata dalla Guardia di Finanza del Gruppo di Nola, è emerso che G.S. non aveva presentato le prescritte dichiarazioni ai fini delle imposte dirette e dell’IVA relativamente agli anni d’imposta 2015 e 2016, evadendo un’imposta IRES pari a 1.572.634,81 euro, oltre ad un’imposta IVA pari a 1.16t.735,46 euro.
A seguito di specifici accertamenti patrimoniali e finanziari finalizzati ad individuare disponibilità economiche facenti capo alla società ed all’indagato, le Fiamme Gialle hanno sottoposto a sequestro somme di denaro giacenti sui conti correnti della società e del legale rappresentante, altri rapporti finanziari intestati alla società ed al legale rappresentante, nonchè beni mobili ed immobili riferibili allo stesso legale rappresentante, il tutto fino a giungere alla somma di 2.734.370,27 milioni di euro indebitamente sottratta all’Erario.

L’operazione può costituire un ulteriore positivo risultato raggiunto dall’Autorità Giudiziaria e dalla Guardia di Finanza, impegnate quotidianamente a tutela della sicurezza economico finanziaria dell’area nolana, nelle attività volte al contrasto delle forme più insidiose di evasione fiscale e dei crimini finanziari.