Input your search keywords and press Enter.

Rissa in un cimitero. Coinvolte circa 400 persone, 3 i morti, 50 i fermi

Di risse in una grande città come Mosca se ne sono viste sicuramente diverse, ma forse mai una come quella avvenuta qualche giorno fa, che non solo si è distinta per l’enormità di persone coinvolte, tra le 200 e le 400 a seconda delle testimonianze, ma anche per la location alquanto insolita. La rissa ha avuto come scenario nientemeno che un cimitero, quello di Khovanskoe situato a sud della capitale russa. Secondo i testimoni ci sarebbero state sbarre di metallo e mazze, il ministro dell’interni russo ha anche riferito di spari di pistola, che però fortunatamente non avrebbe colpito nessuno. La polizia una volta intervenuta ha portato a termine ben cinquanta fermi riuscendo solo dopo diversi minuti a riportare la calma, dovendo registrare tre vittime. A scatenare la rissa, che vedeva protagonisti molti immigrati originari dell’Asia centrale e del Caucaso, una disputa tra lavoratori della struttura cimiteriale, i quali si contendevano il controllo di una parte del cimitero, esteso 200 ettari e diventato il più grande della capitale.

di Marco Sigillo

Marco Sigillo

Classe 1991, laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazioni all’Università Federico II di Napoli. Appassionato di comunicazione e scrittura, collabora con 081news dal dicembre 2015, interessandosi soprattutto di temi di portata nazionale ed internazionale. Giornalista pubblicista dal 2019.