Input your search keywords and press Enter.

In ricordo di Carlo D’Angiò, l’ingegnere musicista che ha fatto emozionare Napoli

Un altro storico punto di riferimento della canzone napoletana è scomparso, portato via da un cancro all’età di 70 anni si è spento Carlo D’Angiò. Compositore e grande conoscitore della musica partenopea, si era fatto apprezzare in vari ambiti musicali, collaborando con numerosi artisti tra cui Eugenio Bennato, Tony Esposito, Teresa De Sio e tanti altri nomi della scena musicale e artistica napoletana. Tra le sue esperienze più fortunate la Nuova Compagnia di Canto Popolare, fondata nel 1970, con cui aveva realizzato ben 17 album in studio. Una vita da ingegnere, la sua professione che non aveva mai abbandonato del tutto, e un sempre vivo desiderio di mescolare la tradizione folkloristica napoletana con il pop moderno, non a caso tra le sue ultime collaborazione ci sono stati un duetto con Raiz, voce degli Almamegretta, e con Francesco Di Bella, ex voce dei 24 Grana. Sicuramente lascerà un segno indelebile nella storia della canzone napoletana a cui ha saputo dare tanto senza chiedere molto in cambio.

di Marco Sigillo

Marco Sigillo

Classe 1991, laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazioni all’Università Federico II di Napoli. Appassionato di comunicazione e scrittura, collabora con 081news dal dicembre 2015, interessandosi soprattutto di temi di portata nazionale ed internazionale. Giornalista pubblicista dal 2019.