Input your search keywords and press Enter.

Come cambia la mappa politica delle regioni italiane dopo le elezioni in Umbria?

Con la vittoria del candidato di Lega e Fratelli d’Italia alla presidenza della “rossa” Umbria cambiano radicalmente gli equilibri regionali politici in Italia. Da chi sono rette tutte le Regioni? Qual è il rapporto tra Destra e Sinistra?

  • ABRUZZO – dal 2019 retto da Marco Marsilio (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Azione Politica, Unione di Centro – Dem.cristiana – Idea)
  • BASILICATA – dal 2019 retta da Vito Bardi (Forza Italia)
  • CALABRIA – prossima alle urne, dal 2014 è retta da Mario Oliverio (PD, Nuovo Cdu, Oliverio Presidente, Democratici Progressisti, La Sinistra, Centro Democratico, Autonomia e Diritti, Calabria in Rete – Campodemocratico)
  • CAMPANIA – prossima alle urne, dal 2014 retta da Vincenzo De Luca (PD, Partito Socialista Italiano, Centro Democratico-Scelta Civica, De Luca Presidente, Davvero-Verdi, Italia dei Valori, Unione di Centro, Campania Libera, Campania in Rete)
  • EMILIA ROMAGNA – prossima alle urne, dal 2014 retta da Stefano Bonaccini (PD, Sinistra Ecologia Libertà, Centro Democratico-Democrazia Solidale, Emilia Romagna Civica)
  • FRIULI VENEZIA GIULIA – dal 2018 retta da Massimiliano Fedriga (Lega, Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni, Progettofvg Fedriga Presidente, Autonomia Responsabile, Forza Italia)
  • LAZIO – dal 2018 retto da Nicola Zingaretti (PD, Lista Zingaretti, Italia Europa Insieme, +Europa, Centro Solidale, Liberi e Uguali)
  • LIGURIA – dal 2015 retta da Giovanni Toti (Forza Italia, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Area Popolare, Lega Nord)
  • LOMBARDIA – dal 2018 retta da Attilio Fontana (Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni, Lega, Noi con L’Italia – Udemocrazia Cristiana, Energie per la Lombardia, Partito Pensionati, Forza Italia, Fontana Presidente)
  • MARCHE – dal 2015 rette da Luca Ceriscioli (PD)
  • MOLISE – dal 2018 retto da Donato Toma (Forza Italia, Popolari per L’Italia, Lega, Liberi e Uguali, Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni, Orgoglio Molise, Iorio per il Molise, Unione di Centro, Lista Civica)
  • PIEMONTE – dal 2019 retto da Alberto Cirio (Lista Composita: Libertas Udemocrazia Cristiana – Ppe, Lista Regionale: Sì Tav Sì Lavoro per il Piemonte, Lista Composita: Lega Salvini Piemonte, Lista Composita: Forza Italia Berlusconi, Lista Composita: Giorgia Meloni Fratelli d’Italia)
  • PUGLIA – dal 2015 retta da Michele Emiliano (PD, La Puglia con Emiliano, E Emiliano, Noi a Sinistra)
  • SARDEGNA – dal 2019 retta da Christian Solinas (Lega Salvini – Sardegna, Fratelli D’Italia – An, Forza Italia, Sardegna Civica, Energie per L’Italia, Fortza Paris, Partito Uds – Unione dei Sardi, Sardegna20Venti – Tunis, Partito Sardo D’Azione, Pro Sardinia – Unione di Centro, Riformatori Sardi)
  • SICILIA – dal 2017 retta da Nello Musumeci (Forza Italia, #DiventeràBellissima, Unione di Centro, Popolari e Autonomisti e Fratelli d’Italia-Noi con Salvini)
  • TOSCANA – dal 2015 retta da Enrico Rossi (PD)
  • TRENTINO ALTO ADIGE – dal 2019 retto da Arno Kompatscher (SVP – Partito Popolare Sudtirolese)
  • UMBRIA – retta dal 2019 da Donatella Tesei (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Tesei Presidente, Umbria Civica)
  • VALLE D’AOSTA – dal 2018 retto da Antonio Fosson (Union Valdôtaine, Union Valdôtaine Progressiste (2012), Autonomie Liberté Participation Écologie, Stella Alpina)
  • VENETO – dal 2015 retto da Luca Zaia (Indipendenza Noi Veneto, Fratelli d’Italia-An-, Zaia, Forza Italia, Lega Nord)

Nel 2014 il rapporto era di 16 regioni a 3 in favore del centro sinistra, con la Valle d’Aosta che veniva considerata autonoma anche dal punto di vista delle alleanze. Quasi 5 anni dopo il rapporto è di 12 regioni a 7 in favore del centro destra (la Valle resta autonoma), un netto balzo in avanti. Il Movimento 5 Stelle, con sindaci eletti in alcune importanti città e primo partito di Governo, curiosamente, non detiene nessuna presidenza di regione. Molte regioni, inoltre, tra fine 2019 e inizio 2020 dovranno andare alle urne e non è escluso che l’alleanza Lega – Fratelli d’Italia- Forza Italia possa risucchiare ancora terreno.

 

[FONTE : tuttitalia.it ]