Input your search keywords and press Enter.

“Quel carabiniere se ha il coraggio deve uccidere anche me”, dice la madre di Davide Bifolco, il 17 enne, ucciso, sembrerebbe accidentalmente, da un carabiniere. Ancora non chiara la dinamica dei fatti.

Non si danno pace, né la famiglia, né l’opinione pubblica, per la morte del ragazzo di diciassette anni ucciso da un carabiniere, che dichiara di aver sparato accidentalmente.

La dinamica dei fatti non è stata del tutto chiarita dalla Magistratura.

Secondo alcuni testimoni il carabiniere avrebbe sparato volontariamente.

Intanto l’opinione pubblica è in subbuglio: divisa tra “innocentisti” e “colpevolisti”.

E suscita aspre polemiche il commento di Saviano: “ Davide è morto a Napoli, zona di guerra