Input your search keywords and press Enter.

Elezioni Nola: che idee hanno i candidati per il centro storico e la movida?

La nascita incontrollata dei molti pub e locali nel centro storico di Nola ha portato ad un evidente afflusso di giovani da tutta la provincia e un incremento commerciale ma, in ogni caso, la non programmazione ha condotto all’insorgere di diverse problematiche (anni fa ne avevamo già parlato). In vista delle prossime elezioni comunali, i tre candidati a sindaco di Nola hanno inserito nei loro rispettivi programmi delle proposte che riguardano la gestione della movida e del centro storico. Andiamo a vederle nel dettaglio:

GIUSEPPE TUDISCO – MOVIMENTO 5 STELLE

Oltre a telecamere di videosorveglianza sul territorio cittadino, a marciapiedi a “misura d’uomo” e a una rete wi-fi gratis per tutti, il Movimento 5 Stelle punta molto su tavoli di dialogo con i commercianti locali. Grande spinta verrà data anche all’illuminazione stradale ed alla regolamentazione del traffico cittadino. Proprio per i giovani, inoltre, si vorrebbe istituire la “Consulta dei giovani“: uno strumento per fare in modo che le buone idee dei più giovani possano tradursi, con il supporto delle istituzioni, in beneficio per tutti i cittadini. Tra i punti del programma pentastellato si legge anche che vi è la volontà di una nuova “Regolamentazione attività commerciali nelle zone densamente abitate“: un regolamento mediante l’inserimento di standard qualitativi e di divieti con lo scopo di disciplinare le attività presenti nelle zone con densità abitativa alta, con l’obiettivo di salvaguardare sia la crescita delle attività che le esigenze della popolazione residente. Per quanto riguarda il centro storico, invece, è citato il progetto “TOWN CENTRE MANAGEMENT”: recuperare la forte vocazione commerciale, realizzando un progetto integrato, con la finalità di” favorire tutte le attività di marketing e le iniziative promozionali che, migliorandone l’immagine complessiva, possono rafforzare l’attrattività del centro storico come luogo piacevole da visitare e da frequentare“. L’obiettivo del progetto è quindi quello di valorizzare l’area del centro storico tanto per i residenti quanto per i commercianti, migliorando l’offerta complessiva dei servizi del centro storico e valorizzando “gli sforzi dell’amministrazione pubblica, degli operatori privati e della comunità locale attraverso un utilizzo più efficiente delle risorse e un approccio cooperativo alla soluzione dei problemi dell’area“.

GAETANO MINIERI – COALIZIONE DI LISTE CIVICHE

Il programma di Minieri punta sul recupero di iniziative pregresse e su idee nuove. Da recuperare, secondo il candidato, il progetto di un centro commerciale naturale, voluto dal Consorzio Infiniti. Nell’ottica di una valorizzazione unitaria del centro storico, il programma propone la creazione di un logo-brand “INFINITI”, il quale sarà associato a tutte le iniziative svolte nel centro cittadino, anche sotto l’aspetto commerciale, al fine di riconoscere ed evidenziare l’appartenenza a un contesto. Il centro storico, nell’ottica di Gaetano Minieri, avrà inizio già nel parcheggio di piazza D’Armi (che assumerà la denominazione “Parking Centro Storico”) e accompagnerà il visitatore, attraverso un percorso di luce e verde, dal parcheggio fino all’inizio del corso Tommaso Vitale. Per quanto riguarda il commercio, saranno sperimentati nuovi sistemi di regole per favorire un’imprenditoria creativa, rendendo inoltre possibile l’apertura di negozi temporanei e puntando sui negozi di vicinato. Verrà inoltre effettuato un censimento degli spazi inutilizzati o non attrezzati, con conseguente piano di destinazione. A tutto ciò seguirà l’affidamento degli spazi di proprietà comunale alle associazioni cittadine che, tramite la sottoscrizione di un “Patto di affidamento” e il versamento di un canone, otterranno la gestione del bene immobile, impegnandosi a tenerlo aperto alla cittadinanza e rispettando lo stato dei luoghi e la loro vocazione pubblica. Per quanto riguarda la movida, un curioso progetto è segnalato nel programma, ovvero il “MuteMovida: tramite l’utilizzo di un sistema formato da microfoni e riduttori fonoassorbenti (da installare prevalentemente appunto nel centro storico), si punterà a ridurre i rumori provenienti dai locali e dalle strade, consentendo di migliorare la vivibilità della zona nei week-end non solo per i residenti, ma facilitando la gestione dei flussi di persone da parte dei proprietari dei locali.

CINZIA TRINCHESE – COALIZIONE DI LISTE CIVICHE E PARTITI DI DESTRA (FORZA ITALIA E LEGA)

Due progetti da segnalare per la coalizione di Cinzia Trinchese: Nola Card e Nola Cambia Musica. Grazie alla card i cittadini che contribuiranno a riciclare i rifiuti potranno convertire l’equivalente guadagnato in sconti da sfruttare nei vari negozi che aderiranno all’iniziativa, un progetto che quindi potrebbe evidentemente portare benefici anche ai commercianti del centro storico. Anche in questo caso, come precedentemente detto per il programma di Minieri, è prevista un’azione che riguarda il suono: nel programma di Trinchese, tuttavia, la filodiffusione sarà usata per veicolare musica e comunicazioni della polizia locale e delle istituzioni. Attenzione è posta anche alla viabilità: Trinchese intende migliorare e riorganizzare la rete di accessi alla ZTL, oltre a predisporre un servizio navetta nel week-end per tutti quei ragazzi non muniti di patente che vogliono dirigersi nel centro storico.