Input your search keywords and press Enter.

Nola: anche in pandemia la Pro Loco punta alla valorizzazione della Festa

Senza gigli ma con l’entusiasmo di sempre, la Festa dei Gigli in onore di San Paolino non si ferma per la Pro Loco Nola Città d’Arte. Nella storica sede di Corso Tommaso Vitale, l’associazione, anche in quest’anno segnato dall’emergenza Coronavirus, propone servizi e occasioni per far conoscere la Festa Unesco e Nola a cittadini e visitatori. In primis il servizio di accoglienza e informazione turistica, attivo 365 giorni all’anno grazie ai volontari del Servizio Civile dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia e potenziato nel mese di San Paolino per valorizzare le molteplici risorse monumentali e umane che Nola offre.

A partire da sabato 20 giugno, inoltre, in sede sarà allestito un percorso multimediale sulla Festa dei Gigli, gratuito e fruibile tutti i giorni con l’accompagnamento dei volontari Pro Loco. L’accesso alla sede, in linea con le misure di prevenzione del Covid19, sarà consentito a un numero limitato di persone per volta, munite di mascherina e garantendo la distanza minima di sicurezza.

In linea con questi accorgimenti, il Giugno Nolano targato Pro Loco è anche sul web con due appuntamenti giornalieri sui canali Facebook e YouTube dell’associazione: #conleparolediPaolino, gli estratti più belli dai carmina e dalle epistole di San Paolino letti da soci ed amici della Pro Loco; “Il Poeta racconta…“, una serie sui ricordi musicali della Festa con Nicola Natalizio, da lunedì 22 giugno online alle 20.

In questo mese di giugno atipico ha detto il presidente della Pro Loco Nola Città d’Arte, Giuseppe Biancoabbiamo l’opportunità di valorizzare i valori immateriali della Festa dei Gigli: il messaggio di San Paolino, le emozioni della comunità espresse attraverso la musica, i saperi tecnici che si tramandano di generazione in generazione per organizzare materialmente la festa. È un obiettivo nato con la Pro Loco 43 anni fa che abbiamo l’onere e l’onore di portare avanti“.

Giovedì 25 giugno, infine, in collaborazione con il Centro Studi Alcide De Gasperi, sarà presentata la Rassegna Stampa sulla Festa dei Gigli 2014/2018 di Luigi Fusco. L’iniziativa si terrà alle 19.30 nella Chiesa di San Biagio, a Nola, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza per il Coronavirus. Durante la manifestazione sarà consegnato un riconoscimento al poeta Nino Cesarano per la sua ricca produzione artistica sulla Festa dei Gigli.

Pure in un anno particolare come questo e senza la festa dei gigli, non perdiamo l’occasione di pubblicizzare la città e farla visitareha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Nola, Ferdinando Giampietrorecuperiamo il centro storico, il percorso dei gigli, i monumenti abbandonati: la chiesa di Santa Chiara nuova, Sant’Angelo in Palco, Castel Cicala. Partiamo dalla Festa dei Gigli ma non limitiamoci solo a questa, abbiamo tanto altro da offrire: è questo il passo che una città matura deve fare“.