Input your search keywords and press Enter.

Nola, Festa dei Gigli: la Fondazione ha premiato i vincitori dei contest

Si è svolta presso la sede della Fondazione Festa dei Gigli la premiazione dei tre contest dedicati alla kermesse in onore di San Paolino, manifestazione che quest anno è stata sospesa per via delle vicende legate al covid – 19. Erano presenti i vincitori del contest con le loro famiglie e i piccoli che hanno partecipato all’innovativo contest “disegna la Festa dei Gigli che vorresti“. Tale evento ha avuto lo scopo di permettere alla Fondazione di poter ringraziare tutti coloro i quali hanno contribuito ad animare la città di Nola nel mese di giugno anche in assenza della Festa dei Gigli.

E’ stato un anno particolare, ma un plauso va a questi bambini che sono stati capaci di rivedere la Festa come nessuno mai. Ciò deve costituire un elemento importante per poter ripartire alla grande per l’organizzazione della kermesse del prossimo anno“. Queste le parole del presidente Nicola Argenziano, il quale ha ringraziato tutti i presenti.

Durante la serata sono stati premiati i vincitori di tre contest banditi nel mese di maggio, ovvero: il manifesto più bello, la fotografia più bella e il balcone del centro storico con l’addobbo più bello. Vincitrice del primo contest è stata Giulia Limauro, giovane studentessa dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli che ha spiegato ai presenti la sua rappresentazione del manifesto della Festa sospesa. Tale manifesto rappresenta un mix tra attività manuale e digitale, unita alle varie foto che sono state donate a Giulia dai fotografi nolani.  Don Lino D’Onofrio, membro del cda della Fondazione, ha poi sottolineato che il San paolino che si intravede dal manifesto è stato tratto dalla statua custodita nel Duomo ed arricchita di vari colori. Il secondo contest è stato vinto da Giovannina Onofrietti. La sua foto ha colpito la comunità web per le caratteristiche dei colori, raffigurante un giglio spogliato al calar del sole. Il terzo contest per l’addobbo più bello tra i balconi del centro storico di Nola, è stato vinto da Giancarlo Allocca e dai coniugi Giannini. A tutti i vincitori è stato consegnato un premio raffigurante San Paolino e San felice interamente in cartapesta ad opera del maestro Leopoldo Santaniello.

A concludere la serata sono stati i bambini che hanno aderito alla realizzazione di bellissimi disegni raffiguranti la Festa dei Gigli vista dai loro occhi gentili ed innocenti, ai quali è stato donato una pergamena ricordo oltre alla possibilità di realizzare un calendario per l’anno 2020/2021 contenente i loro colorati disegni. Il presidente della fondazione, insieme agli altri membri del cda presenti alla cerimonia di premiazione, ovvero, Raffaella Mauro, don Lino D’Onofrio e Carlo Fiumicino, hanno voluto omaggiare anche le associazioni che hanno organizzato le mostre fotografiche e l’esposizione dei minigigli. Un sentito ringraziamento è andato ad Antonio Napolitano, presidente dell associazione Contea Nolana, che ha invitato i presenti a partecipare a fine settembre a degli eventi che riguarderanno la Festa dei Gigli e che si terranno presso il Museo Storico Archeologico. Ringraziamenti anche per il Movimento Piazza D’Armi e Salvatore Esposito, responsabile della protezione civile.

Carolina Cassese

Laureata in giurisprudenza presso l ‘Università degli studi di Napoli Parthenope, dopo aver svolto pratica forense nella materia di diritto civile, decide di intraprendere la carriera dell’insegnamento di diritto ed economia politica presso l’istituto paritario Kolbe di Nola. Ha conseguito diversi master e specializzazioni per l‘ insegnamento ed attualmente collabora con l‘associazione Saviogroup, di cui è vicepresidente, realizzando articoli e servizi fotografici attinenti la festa dei gigli di Nola e non solo. Membro membro del Cda della Pro loco di Nola città d ‘arte con delega alla festa dei gigli. Fa parte del direttivo dell’associazione delle reti delle macchine a spalla. Membro del coro diocesano del Duomo di Nola. Ama il nuoto la pallavolo, la ginnastica artistica e la danza classica, che ha praticato in tenerà età. Da piccola ha studiato pianoforte ed è appassionata di musica classica, napoletana e dei gigli degli anni ‘70 e ‘80. In passato ha inciso alcune canzoni dei gigli, sposando il suo amore per il canto con la festa dei gigli di Nola. Ama trascorrere i weekend al cinema o prendendo parte ad escursioni nei posti più belli della Campania.