Input your search keywords and press Enter.

Polveri sottili nel Nolano: non migliora la situazione con l’affacciarsi dell’estate

Non si ferma l’onda anomala di polveri sottili nel Nolano. La centralina di San Vitaliano ha segnato quota 66 sforamenti al 15/06/2019 (ultima rilevazione disponibile). 6 sforamenti in meno rispetto al 15/06/2018, quando erano stati addirittura 70 gli sforamenti della centralina di Scuola Marconi.

L’impennata delle temperature di questi giorni ha fatto scattare di nuovo l’allarme, in particolar modo in Campania nello scorso week-end con l’arrivo dell’ anticiclone africano Scipione. L’afa e il caldo di questi giorni non hanno certo migliorato la situazione dell’inquinamento atmosferico. Per di più è alle porte il periodo più nero dei roghi estivi.

La siccità del clima, con totale assenza di vento e precipitazioni e la presenza nell’aria di pulviscolo sabbioso, ha reso complicato il permanere per lunghi periodi all’aria aperta e più alte nell’aria le concentrazioni di Pm 10.

Anche la centralina di Pomigliano Area Asi supera i 35 sforamenti annui consentiti di Pm10, attestandosi a 42. Amara consolazione la rilevazione annuale in miglioramento rispetto ai 56 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Annibale Pietro Napolitano

Classe '90, blogger dedito ai temi legati all'ambiente e alla società nel suo insieme. Studi classici. Appassionato di narrativa e cinema.