Input your search keywords and press Enter.

Nuovo debutto per la compagnia teatrale Pipariello: va in scena “Teatro amore mio”

Nuovo debutto per la compagnia teatrale nolana Pipariello. Con lo spettacolo “L’opera dei pazzi” il gruppo guidato da Antonio Esposito Pipariello andrà in scena alle 18 di domenica 24 febbraio al teatro di Polla, in provincia di Salerno, nell’ambito della XVI edizione della rassegna “Teatro Amore mio”. Una commedia in due atti, scritta da Salvatore Esposito, già nota al pubblico che da anni segue la compagnia, riadattata dal regista Peppe Ciringiò. A far da filo conduttore ci sono storie di vita vissuta interpretate con grande verve e comicità dai tredici attori in scena che, attraverso esibizioni esilaranti, faranno divertire e riflettere il pubblico.

Con quest’opera abbiamo fatto quindicicommenta Antonio EspositoQuindici sono infatti i lavori rappresentati dalla compagnia che mi onoro di guidare, rigorosamente inediti e scritti da Salvatore Esposito. Un impegno non sempre facile, nato da una semplice passione che solo con il tempo è diventata scommessa. Ed oggi siamo ancora qui, più affiati e compatti di prima. E’ il primo debuttocontinua Antonio Piparielloche facciamo fuori casa e l’emozione è tanta. A Nola saremo il prossimo 12 aprile, al teatro Umberto. Una data che segna l’inizio di un nuovo progetto che da anni coltivo e che oggi finalmente vede luce. Ad aprile infatti nascerà la prima edizione del premio di teatro in memoria di mio padre, Salvatore Esposito Pipariello, fortemente voluto dall’intera compagnia e dai tanti amici che in questi anni mi hanno sempre sostenuto. Un ringraziamento doveroso va ai miei compagni di viaggio, straordinari interpreti oltre che persone fantastiche, a Ciro Ruoppo, Franco Pinelli, Luigi Pedone e Peppe Ciringiò che negli anni hanno assunto la regia degli spettacoli mantenendo sempre fede all’idea che papà aveva del teatro. Ed infine un ringraziamento particolare agli sponsor, da Cocos a Someda, fino ad arrivare all’imprenditore Francesco Napolitano,vero nolano doc che da subito ha sposato in pieno il progetto teatrale, della rassegna e del premio”.

Rafforziamo ogni giorno di più il legame con Nola e con quanti continuano ad essere la voce e l’immagine bella, positiva e coraggiosa di questa straordinaria cittàaggiunge Francesco Napolitano –  I miei più vivi complimenti ad Antonio Pipariello che negli anni ha saputo costruire un valido progetto portando avanti la passione familiare con grande spessore e slancio, alimentando nei giovani la passione per l’arte e per il bello. Il premio alla memoria di Salvatore Esposito rappresenta poiconclude Francesco Napolitanoil giusto e meritato riconoscimento nei confronti di un uomo che ha fatto della sua penna lo strumento per raccontare l’arte, elevando Nola ed dando una concreta opportunità ai nolani”.