Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus: le misure della Campania in sostegno a famiglie e imprese

La Regione Campania ha concesso una serie di bonus per determinate categorie sociali, in particolar modo le imprese, i professionisti e le famiglie, oltre che gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Illustriamone gli elementi essenziali.

Imprese

La regione Campania sostiene le microimprese artigianali, commerciali, industriali e di servizi con sede operativa nel territorio della Regione, appartenenti ai settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria, mediante la concessione di un bonus una tantum a fondo perduto. Vediamo chi sono i soggetti beneficiari e le procedure da seguire.Soggetti beneficiari sono le Micro imprese Artigiane Commerciali, Industriali e di Servizi che risultino attive e abbiano sede operativa nella Regione Campania; risultino iscritte nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente; abbiano un fatturato con valori compresi tra € 1 e € 100.000. Le domande potranno essere presentate direttamente dalle imprese interessate, dai dottori commercialisti, da un “intermediario” abilitato alla presentazione telematica delle dichiarazioni all’Agenzia delle Entrate, dai centri di assistenza fiscale per le imprese, dalle associazioni sindacali di categoria tra imprenditori.

Le imprese interessate sono state quelle in possesso dei seguenti requisiti: siano definite microimprese, ovvero che occupano meno di 10 persone e che realizzano un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro, esercitino un’attività economica sospesa ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020 e delle Ordinanze del Presidente della Regione Campania emanate nell’ambito dell’emergenza Covid 19, a meno che non si siano avvalse delle deroghe del D.P.C.M. 22 Marzo 2020 e non si trovino in stato di scioglimento o liquidazione e non siano sottoposte a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata siano in regola con la normativa antimafia (Codice antimafia); possiedano i requisiti morali previsti dal codice penale, ma anche le imprese che abbiano avviato l’attività successivamente al 31 Dicembre 2018 si fa riferimento ai valori del fatturato/volume di affari conseguiti come attestati dal legale rappresentante dell’impresa ovvero dall’intermediario.

L’ammontare delle risorse destinate al finanziamento del presente Avviso è pari a € 140.000. Il bonus è concesso nella forma di un contributo a fondo perduto una tantum, pari a € 2.000 per ciascuna impresa richiedente, ed è cumulabile con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale nell’attuale emergenza sanitaria da “COVID-19”, ivi comprese le indennità erogate dall’INPS e, in analogia a queste ultime, non è soggetto a imposizione fiscale, salvo diversa previsione della legislazione statale in materia. Il bonus non è cumulabile con le ulteriori agevolazioni emanate dalla Regione Campania nell’ambito del Piano per l’Emergenza Socio-Economica approvato con DGR n. 170 del 07.04.2020.

Professionisti e famiglie

È stato approvato dagli uffici della Direzione Generale Istruzione l’avviso per l’erogazione delle borse di studio riservate agli studenti frequentanti le scuole secondarie di secondo grado del sistema nazionale di istruzione (pubbliche e private paritarie) del territorio della Regione Campania per un ammontare di oltre 7 milioni di euro. Occorre l’attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare del richiedente che, come per le precedenti edizioni, non potrà essere superiore ad € 15.748,48 e le domande possono essere presentate su piattaforma web a partire dalle ore 9 del 22 aprile fino alle ore 15 del 7 maggio 2020.

La domanda di bonus per i professionisti autonomi dovrà essere presentata esclusivamente con modalità on-line, utilizzando la piattaforma resa disponibile all’indirizzo https://coniprofessionisti.regione.campania.it. L’invio della domanda di partecipazione sarà possibile esclusivamente tramite la piattaforma regionale dalle ore 10 del 24 aprile 2020 alle ore 15 dell’8 maggio 2020 salvo proroghe. La registrazione sarà possibile dalle ore 10 del 22 aprile 2020. Bisognerà registrarsi con pec, compilare la domanda on-line, scaricare dal sistema la domanda compilata on-line con i dati inseriti a sistema, apporre sulla domanda scaricata la firma digitale personale del richiedente il beneficio (con qualsiasi gestore es. aruba, poste, etc., in formato sia PADES che CADES); solo per l’ipotesi in cui non si disponga di una firma digitale: apporre sulla domanda scaricata e stampata la firma autografa del richiedente, in un pdf unico contenente domanda firmata e copia leggibile del documento di identità in corso di validità. Il sistema non accetta formati non pdf. 

La Regione Campania ha posto in essere degli interventi da indirizzare alle famiglie residenti in Campania per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindici anni, durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole. Infatti è stata prevista l’erogazione in favore delle famiglie di un bonus per l’acquisto di attrezzature, strumenti informatici ed altri supporti per l’accesso ai servizi didattici e socio-educativi e/o per le spese relative a servizi di babysitting. Il contributo è assegnato ed erogato alle famiglie fino ad un importo massimo di € 500,00 a prescindere dal numero di figli, come di seguito specificato: 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi); 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi). Previsto anche un contributo per persone con disabilità (QUI tutte le info) e per gli affitti (QUI tutte le info).

Carolina Cassese

Laureata in giurisprudenza presso l ‘Università degli studi di Napoli Parthenope, dopo aver svolto pratica forense nella materia di diritto civile, decide di intraprendere la carriera dell’insegnamento di diritto ed economia politica presso l’istituto paritario Kolbe di Nola. Ha conseguito diversi master e specializzazioni per l‘ insegnamento ed attualmente collabora con l‘associazione Saviogroup, di cui è vicepresidente, realizzando articoli e servizi fotografici attinenti la festa dei gigli di Nola e non solo. Membro membro del Cda della Pro loco di Nola città d ‘arte con delega alla festa dei gigli. Fa parte del direttivo dell’associazione delle reti delle macchine a spalla. Membro del coro diocesano del Duomo di Nola. Ama il nuoto la pallavolo, la ginnastica artistica e la danza classica, che ha praticato in tenerà età. Da piccola ha studiato pianoforte ed è appassionata di musica classica, napoletana e dei gigli degli anni ‘70 e ‘80. In passato ha inciso alcune canzoni dei gigli, sposando il suo amore per il canto con la festa dei gigli di Nola. Ama trascorrere i weekend al cinema o prendendo parte ad escursioni nei posti più belli della Campania.