Input your search keywords and press Enter.

Parte “Resto al Sud”, l’iniziativa a favore dei giovani imprenditori del Mezzogiorno

A partire dalle 12.00 dello scorso lunedì è possibile presentare domanda sul sito di Invitalia per chiedere le agevolazioni di “Resto al Sud”, l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali da parte dei giovani tra i 18 e i 35 anni residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Requisiti per fruire dell’agevolazione sono quelli di non avere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, non essere titolari di altre imprese attive e di non aver beneficiato di altre agevolazioni negli ultimi tre anni.

Il finanziamento prevede un importo che varia da un minimo di 50mila euro, se il richiedente è uno solo, fino a un massimo di 200mila euro. Il 35% è a fondo perduto mentre il restante 65% , che si potrà restituire in 8 anni, è “garantito” dallo Stato e non occorre quindi presentare particolari garanzie. Le uniche attività escluse dal bando sono quelle del commercio e della libera professione. Tutte le proposte saranno valutate seguendo rigorosamente l’ordine cronologico e verranno finanziate solo quelle in regola con i requisiti previsti dalla legge e che contengano un progetto di impresa valido e sostenibile. Per maggiori dettagli e per avere una panoramica completa è possibile visitare il sito di Invitalia e recarsi nella sezione “Resto al Sud”.

Vincenzo Persico

Classe 1991, laureato in Economia Aziendale all’Università Federico II di Napoli ed Esperto Contabile. Interessi particolari : sport, politica e soprattutto economia. Si occupa per il giornale, in particolare, di Tributaria ed economia nazionale.