Input your search keywords and press Enter.

Ospedale di Nola: tariffe record per tac e cartelle cliniche . Protestano sindacati e cittadini

Il nuovo sistema tariffario introdotto all’ospedale  di Nola per il rilascio di cartelle cliniche e radiografie sa molto di “truffa” ai danni dei pazienti costretti a pagare fior di quattrini per avere copie delle proprie cartelle cliniche o di documenti inerenti la loro degenza in Ospedale. La copia del referto di una tac con tanto di fogli digitali,infatti, può arrivare a costare fino a 250 euro. La semplice cartella clinica sfiora i 10 euro. Il conto è semplice, basta applicare le tariffe introdotte da una circolare del direttore sanitario del presidio ospedaliero nolano, Luigi Stella Alfano. Per la cartella clinica il costo è di 50 centesimi a facciata, 1 euro per una pagina fronte/ retro. La documentazione clinica, richiesta dopo una fase di degenza di 15 fogli, costerà al paziente 15 euro. Una somma che contrasta invece con quanto indicato sul sito dell’Asl Napoli 3 che fissa a 5,20 euro il costo dell’intera cartella clinica. I prezzi lievitano per la concessione dei referti delle radiografie: 5 per un fotogramma piccolo, 7 euro per il medio, 10 euro per quello grande. Ed anche i tempi si allungano: 30 giorni per avere la cartella clinica rispetto ai 15 previsti dal regolamento dell’Asl,;per i referti del Pronto Soccorso circa 15 giorni ;
attestazioni di conformità circa 15 giorni;copia atti per Studi Legali, circa 15 giorni.
Le tariffe hanno fatto scattare la protesta dei sindacati