Input your search keywords and press Enter.

Ospedale di Nola: a breve verrà aperto il servizio OBI del Pronto Soccorso

Nella riunione tenutasi tra le Organizzazioni Sindacali ( FIALS, CGIL, CISL, UIL ed FSI) e la Direzione Sanitaria degli OO.RR. Area Nolana, si è convenuto che dopo due anni dall’apertura del nuovo pronto soccorso dell’Ospedale di Nola, sarà attivato nei prossimi giorni il servizio OBI ( Osservazione Breve Intensiva, reparto dove i pazienti possano sostare in attesa della definizione diagnostica e per un’ulteriore osservazione clinica intensiva).

“Detto servizio, che sino ad oggi era stato chiuso per carenza di personale infermieristico, allo stato è in possesso delle risorse necessarie per la sua attivazione”, ha affermato la FIALS, che continua: “Tale apertura porterà dei sicuri benefici agli operatori ed ai pazienti in quanto oltre a rendere completo il pronto soccorso andrà a ridurre le barelle che occupano i vari reparti con i degenti in attesa della definitiva diagnosi. L’unico neo sul quale siamo stati critici è quello che sugli otto posti letto disponibili ne verranno attivati solamente quattro per mancanza di ulteriori risorse umane. Infatti la FIALS insieme a CGIL, UIL ed FSI hanno chiesto a gran voce che l’apertura venga completata definitivamente a pieno regime con l’impiego di ulteriore personale da reclutare all’interno dell’Azienda, affinché vengano utilizzati tutti i posti letto disponibili. Dal suo canto invece la CISL ha dichiarato di essere contraria all’attivazione dell’OBI, anche in presenza di rassicurazioni ed assunzione di responsabilità da parte del Direttore Sanitario sul corretto funzionamento dello stesso”.

Con l’attivazione dell’OBI dell’ospedale di Nola si aggiunge un piccolo tassello positivo a quella tanto agognata assistenza sanitaria invocata dalle forze sociali, sindacali e sopratutto dai cittadini – utenti.