Input your search keywords and press Enter.

Ospedale di Nola: servizio TAC fermo da maggio

L’ospedale accoglie i malati, ma cosa succede quando l’ospedale è malato? L’ospedale di Nola è uno dei più importanti della zona, ma anche uno dei più disastrati; in particolare, il Pronto Soccorso costato 2 milioni di euro risulta avere dei deficit organizzativi e strutturali pesanti. L’ultima carenza dell’ospedale di Nola in ordine di tempo riguarda il servizio TAC, fermo da maggio; in conseguenza della suddetta carenza i pazienti sono costretti ad andare a Pollena Trocchia per usufruire di questo servizio. Il sindacato F.S.I. ha fatto presente questa grave inadempienza con l’ennesima nota:

La scrivente O.S., purtroppo è costretta a riscontrare che a tutt’oggi da circa un mese “il servizio TAC” è fermo per una ordinaria manutenzione, ovvero, per la sostituzione d’usura di alcuni pezzi; I quali, erano stati già messi preventivamente in conto, per il regolare e vitale funzionamento dell’apparecchiatura.
Questo disagio, crea, un disservizio di fermo all’attività in pubblica utilità agli Utenti e all’operato degli Operatori dedicati a ciò, con maldicenza all’immagine, mormorio di malumore generalizzato e soprattutto benessere lavorativo ed organizzativo in tutti i Servizi annessi e connessi, nel P.O. di Nola.
CHIEDE: l’immediato ripristino, diffida e invita codesto Ente, a non proseguire con tale atteggiamento, ovvero, temporeggiare nel non eseguire il dovuto attuativo in merito.

 

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Collabora come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.