Input your search keywords and press Enter.

Operazione “Tabula Rasa” contro il crimine sui Monti Lattari: decine di milioni di euro sottratti alla malavita

Prosegue l’attività investigativa dei carabinieri nell’ambito dell’operazione “Tabula Rasa”, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata e condotta dalla Compagnia Carabinieri di Castellammare di Stabia e dalla Stazione Carabinieri di Gragnano con l’ausilio del 7° Nucleo Carabinieri di Pontecagnano. Le operazioni sono condotte principalmente in luoghi impervi e montuosi e sono mirate alla repressione dell’attività illecita relative alla coltivazioni di ingenti piantagioni di canapa indiana sul territorio dei Monti Lattari.

“Tabula Rasa” ha consentito una consistente riduzione della produzione illecita nel circondario, ma l’obiettivo delle forze dell’ordine resta quello di arrivare alla completa estirpazione del fenomeno nei prossimi mesi. Il danno economico apportato alla criminalità attiva in questo settore può essere quantificato in decine di milioni di euro. In particolare, i colpi dei carabinieri sono stati rivolti ai gruppi attivi nei territori di Gragnano, Casola di Napoli, Lettere, Pimonte e Castellammare di Stabia.

Le operazioni svolte nell’anno in corso hanno portato all’arresto di una persona, al deferimento in stato di libertà di altri 4 soggetti ed al rinvenimento e distruzione di diverse piantagioni di marijuana per un totale di 5438 piante, al sequestro di 10,8 KG di marjuana e 70 gr. di hashish e di diverse armi e munizioni, nonché numerosi ordigni esplosivi.

CRONISTORIA DELLE OPERAZIONI

  • 30 maggio 2019 in Gragnano, località Sant’Erasmo, rinvenimento e sequestro di 150 piante di cannabis indica, 80 gr. di marijuana e 70 gr. di hashish, oltre alla denuncia a piede libero di due soggetti trovati a loro volta in possesso di altro stupefacente;
  • 8 agosto 2019 in Gragnano, area monti Lattari, rinvenimento e distruzione di 838 piante di cannabis indica;
  • 9 agosto 2019 in Gragnano, Località Monte Megano, rinvenimento e distruzione di 2327 piante di cannabis indica;
  • 22 agosto 2019 in Gragnano, località monte Megano, rinvenimento e distruzione di 480 piante di cannabis indica;
  • 25 agosto 2019 in Gragnano, via Vena della Fossa, rinvenimento e sequestro di 4,720 kg di marijuana in vari involucri, 15 cartucce calibro 12, due ordigni esplosivi improvvisati (IED) a forma cilindrica di dimensioni 30×10 dal peso di 1200 gr. totali con caratteristiche di micidialità e collegati tra loro con miccia pirica, rimossi e fatti brillare in cava dagli artificieri, 120 piante di marijuana altezza 250-300 cm in avanzato stato di fioritura; denunciati a piede libero 4 soggetti italiani responsabili, a vario titolo, di reati in materia di armi e violazione legge stupefacenti;
  • 26 agosto 2019 in Pimonte, via Pendolo di Sotto, arrestato un soggetto italiano responsabile di coltivazione illegale di 34 piante di marijuana altezza 150/180 di circa 60 kg rinvenute all’interno del proprio fondo agricolo, regolarmente curate e in avanzato stato di maturazione disseminate in altre coltivazioni (pomodori), di cui era il coltivatore; deteneva inoltre un fucile clandestino sovrapposto cal. 38 privo di marca e matricola (oleato e funzionante), 14 cartucce calibro 38, 3 colpi di mortaio artigianali di dimensioni 40 x 15 e dal peso di 4 kg ognuno, 13 cipolle artigianali con track nr. 100 passafiamme, illegali e prive di etichettatura;
  • 27 agosto 2019 in Casola di Napoli, località monte Muto, rinvenimento e distruzione di 1563 piante di cannabis indica, oltre al ritrovamento di 23 cartucce di vario calibro;
  • 30 agosto 2019 in Casola di Napoli, località monte Muto, rinvenimento e distruzione di 20 piante di cannabis indica, nonché rinvenimento in montagna di 20 cartucce calibro 28 e un fucile marca Benelli provento di furto in abitazione denunciato l’8 agosto 2016 presso la Stazione Carabinieri di Alatri.
  • 25 settembre 2019 in Lettere via Depugliano, rinvenimento e distruzione di 56 piante di cannabis indica.