Input your search keywords and press Enter.

Il Nola rialza la testa: 1-0 al Savoia nel derby campano

Il Nola rialza la china e trova i primi 3 punti del nuovo corso stagionale di mister Liquidato. Lo fa in una giornata bollente, sia per il clima che per l’ambiente che si è vissuto allo stadio. Quasi un migliaio i tifosi allo stadio, circa 300 da Torre Annunziata. Tanti sugli spalti, tutti rumorosi ed entusiasti, una giornata che ha trasudato tensione (sportiva) sin dalle prime battute. Il Savoia doveva riprendere la corsa verso il treno playoff, il Nola 1925 quella per uscire dalla zona calda dei playout; alla fine il derby è andato ai nolani, i rimpianti agli oplontini.

L'esultanza dei calciatori del Nola sotto lo spicchio degli ultras (PH Francesco Ruggiero - Nola 1925)

L’esultanza dei calciatori del Nola sotto lo spicchio degli ultras nolani (PH Francesco Ruggiero – Nola 1925)

Mister Liquidato disegna un 4-4-2 ricco di novità: out per infortunio Del Prete (durante la rifinitura) e Madonna (durante il riscaldamento), il tecnico di Baiano si affida alla coppia Colarusso-Vaccaro in mezzo, con Tagliamonte e Troianiello sulle fasce dietro a Stoia e Gennaro Esposito. Davanti a Gragnaniello la linea con Lippiello, Esposito, D’Anna e il recente inserimento (un ritorno) di Falivene. Pronti via e il Nola trova il gol: Tagliamonte sguscia via sull’out di sinistra, un difensore ospite tocca maldestramente e la palla finisce dritta tra i piedi di Stoia che si infila in area e mette al centro l’assist che trova pronto bomber Esposito per la rete dell’1-0 (uno degli ex oltre a Gragnaniello e Del Prete). Il Savoia incassa il colpo e prova a ripartire: Diakite sfiora il pari di testa, conclusione incredibilmente a lato; poco dopo Alvino si libera e calcia a tu per tu con Gragnaniello, ma da posizione defilata colpisce il palo interno. La partita è bella e intensa ma al 45’ il Nola conduce 1-0. Dopo il break il Savoia prova a spingere ma dopo 10’ è il Nola ad avere la chance per chiudere i conti: Troianiello pesca in contropiede Stoia che davanti a Savini prova il pallonetto, troppo timido il tentativo, il portiere avversario non si fa ingannare e resta in piedi. Negli ultimi 20’ Gragnaniello decide di chiudere la saracinesca e consente ai nolani di arrivare al recupero (6 minuti) ancora in vantaggio. La caparbietà e la compattezza dei nolani viene premiata, nel recupero il Savoia non trova il pari e si arrende ai bianconeri. Curiosità: tra le fila del Nola, nel secondo tempo, erano contemporaneamente in campo i fratelli Esposito (Pasquale e Giuseppe) e i fratelli Napolitano (Daniele e Giuseppe).

Il Nola trova finalmente la vittoria che mancava da 6 gare e ridà slancio alla lotta salvezza, distante solo 3 punti. La zona playout ora si fa caldissima: fuori dai giochi l’Ercolanese ultima, Pomigliano penultimo a 16, a 27 ben 4 compagini (tutte campane) che si contendono le posizioni favorevoli (Nola, Sorrento, Gragnano e Sarnese), tutte ad inseguire il Nardò che dista 3 punti e che, ad oggi, rappresenta la posizione utile per la salvezza. Nella prossima settimana il campionato si interromperà, nella successiva giornata il Nola sarà impegnato in casa del Gragnano, snodo fondamentale per la salvezza.