Input your search keywords and press Enter.

Nola, al via il 5 novembre i corsi del laboratorio teatrale “Chi è di Scena”

Sono aperte le iscrizioni alla nuova edizione dei corsi per bambini, ragazzi e adulti del Laboratorio di formazione teatrale  CHI È DI SCENA  organizzato dall’associazione culturale la festa dei folli di Nola (www.lafestadeifollinola.wordpress.com).  I corsi, che prendono il via il prossimo 5 novembre, sono aperti a tutti coloro che vogliono migliorare le proprie capacità espressive in relazione al corpo e alla voce, sviluppando le proprie potenzialità artistiche e imparando ad agire sulla scena.
Ogni anno i laboratori de la festa dei folli si rinnovano, ma traggono anche stimolo dall’esperienza delle precedenti edizioni e anche quest’anno è strutturato per un percorso interdisciplinare e omogeneo che porti alla realizzazione di uno spettacolo finale.

Il laboratorio teatrale per bambini e ragazzi, diretto da Adele Amato de Serpis, può e deve essere, prima ancora che artistica, una grande esperienza formativa e socializzante ed è basato sulle tecniche  del gioco e dell’improvvisazione. L’attività teatrale è un formidabile strumento per la crescita e l’educazione dei bambini e dei ragazzi poiché diminuisce la divaricazione esistente tra individui con capacità diverse, favorisce gli aspetti emotivi, relazionali e comunicativi fondamentali per lo sviluppo globale della personalità. Il coinvolgimento dei bambini e dei ragazzi per stimolare la loro creatività è molto forte perché rappresenta un momento di aggregazione, di crescita culturale, di divertimento e anche di espressione di tematiche molto spesso non conosciute.
I bambini e i ragazzi amano partecipare ad attività teatrali di cui si sentono protagonisti, con un ruolo da ricoprire che richiede la messa in gioco di se stessi, ma anche l’esaltazione delle proprie capacità.

La didattica del laboratorio teatrale per adulti è scandita da  cicli tematici durante i quali i diversi docenti, compongono un disegno pedagogico interdisciplinare: vengono apprese le basi necessarie di voce e dizione, recitazione, mimo, improvvisazione e storia del teatro.
Lo scopo del corso di dizione e del corso di recitazione, diretti da Bruno Minotti, è quello di affrontare il complesso mondo della comunicazione analizzando il linguaggio del corpo (volontario e involontario), la sfera dei sentimenti e delle emozioni, la loro manifestazione attraverso il grande strumento che contraddistingue  l’essere umano: la parola. Nel corso del laboratorio si avranno incontri con attori, registi e tecnici specializzati, inoltre, si terranno seminari e workshop come momenti di studio privilegiato per il loro carattere intensivo, un’occasione per approfondire o avvicinarsi ad un percorso di formazione.

L’obiettivo del laboratorio è quello di scoprire e sviluppare le proprie potenzialità espressive e creative, del corpo e della voce, rompendo le convenzioni del quotidiano. Il metodo di lavoro basato sul “senso di verità”, porta a “giocare” con se stessi e con gli altri al fine di creare un attore-autore organico e originale che, muovendosi in una logica di vita reale, si proietta in situazioni straordinarie e immaginarie. Tutto il materiale prodotto, incontro per incontro, diventerà il bagaglio individuale e collettivo per arrivare a costruire progressivamente un personaggio da mettere in scena all’ interno di una drammaturgia di gruppo o trasmetterla a nostra volta ad altri.

(Comunicato Stampa)