Input your search keywords and press Enter.

Nola: una ricerca universitaria sceglie la città come modello

La somministrazione di questionari ai commercianti della città rappresenterà il prossimo passo per implementare la ricerca sulle potenzialità di una City logistics che ha trovato nella città di Nola il contesto ideale dove poter verificare le condizioni di un sistema ipotizzato per migliorare la qualità della vita, eliminando le criticità a partire dal trasporto urbano. Dopo la presentazione dello studio firmato dalla professoressa Eva F. Romeo ai componenti della commissione consiliare Urbanistica e Lavori Pubblici, presieduta da Giovanni Velotti, oltre che ad alcuni rappresentanti delle associazioni di categoria si passerà ora dunque al coinvolgimento degli attori sociali. A finanziare il lavoro è stato l’istituto San Pio V di Roma che, in base alle caratteristiche morfologiche, geografiche e sociali, ha individuato Nola come la città dove poter promuovere un eventuale progetto pilota di City Logistics.
“Gli incontri che promuoveremo – ha spiegato l’assessore alle attività produttive, Carmela De Stefano – sono finalizzati a dare ulteriori elementi ad una ricerca che si concentra su importanti temi connessi alla mobilità delle merci per la rilevanza che essi hanno sull’intera vita economica e sociale in Italia e qui nel nostro territorio.
La professoressa Romeo ed il suo team hanno scelto Nola e l’agro nolano come luogo su cui rivolgere lo studio. Una amministrazione attenta allo sviluppo territoriale non può che promuovere, fare tesoro, ed utilizzare questo lavoro per la realizzazione dei suoi obiettivi di riorganizzazione rilancio e sviluppo di Nola”.
“Guardiamo con attenzione – ha sottolineato il sindaco Geremia Biancardi – ad ogni iniziativa che riguarda il nostro territorio come area strategica per promuovere crescita e sviluppo. Attendiamo il lavoro finale per valutarne gli spunti offerti nel quadro complessivo del rilancio della nostra città da ogni punto di vista”.