Input your search keywords and press Enter.

Nola: un incontro ieri tra tutti i paranzari per migliorare la Festa dei Gigli

Un incontro per stringere nuovi legami di fratellanza, un incontro per ritrovare lo spirito guida della Festa dei Gigli, al grido di #Cambiamola. Ieri tutti i paranzari di Nola, assieme ad una delegazione di sostenitori ed ai maestri di festa, si sono incontrati presso l’Hotel dei Gigli per passare una serata all’insegna della fratellanza e dell’autentica musica della Festa. Grazie anche all’impegno del gruppo Noi che Amiamo Nola, l’incontro ha dato modo ai paranzari e agli artisti della Festa di discutere delle criticità della festa millenaria nolana, di conoscersi meglio e di rievocare i veri valori giglistici, lontani dalla faziosità e dalla concorrenza. Presenti anche molti cantanti, tra cui Raffaele Caccavale ed Angelo De Stefano, accompagnati dalla band di Franco Forino. L’informale riunione di ieri è stata infatti anche l’occasione per esaminare l’attuale qualità della musica, riapprezzando pezzi e melodie tradizionali che spesso vengono dimenticati. Assenti i capi paranza della Trinchese, assente per problemi personali (nonostante abbia sposato in pieno l’iniziativa), e della Formidabile, per un lutto interno allo staff (anche in questo caso la paranza è utile sottolineare che la paranza è stata parte attiva del percorso sin dall’inizio). L’incontro di ieri cade in un periodo molto delicato per l’edizione 2016 della Festa dei Gigli, soprattutto dopo la rinuncia dei maestri di Festa del Fabbro e la richiesta della Paranza Stella di essere rimossa dall’Albo delle Paranza della Fondazione. Il confronto di ieri è stato una risposta semplice all’enorme mole di programmazioni della Fondazione che hanno invece spesso attirato critiche. Quale ruolo ha davvero la Fondazione e quale il Comune? Quanto potere possono avere i paranzari e quanto spazio può essere dato alla volontà ed al gusto della cittadinanza nolana, vera protagonista della Festa? Interrogativi che sicuramente sono stati sorvolati ieri e che sono in attesa di risposta. Collaborazione e fratellanza sono gli ingredienti per riqualificare una Festa che sta perdendo quel significato autentico, di grande spessore civico e religioso. Ieri un piccolo seme è stato piantato, ora non resta che aspettare che germogli.

I video della serata:

https://www.facebook.com/Noi-che-amiamo-Nola-897235260336428/videos

https://www.facebook.com/Noi-che-amiamo-Nola-897235260336428/videos

https://www.facebook.com/Noi-che-amiamo-Nola-897235260336428/videos

https://www.facebook.com/Noi-che-amiamo-Nola-897235260336428/videos

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Collabora come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.