Input your search keywords and press Enter.

Il Nola sciupa e viene punito: allo Sporting passa il Troina

Continua il periodo nero del Nola, complice anche le tante compagini d’alta classifica incontrate negli ultimi due mesi. 2 punti in 8 partite, ultima vittoria risalente al 13 ottobre (2-5 al Corigliano), pochi gol segnati e ben 4 sconfitte di misura. Contro il Troina mister Gianluca Esposito ha potuto schierare ancora una volta Cappiello ed Esposito ma allo Sporting l’attacco ha brillato poco, se non per alcune incursioni del neo acquisto Faella. Il Nola, in ogni caso, è stato punito nell’unica vera occasione lasciata agli avversari, bravi a mantenersi compatti e ad essere cinici.

IL MATCH La prima occasione del match è però del Nola: corner dalla destra, la difesa siciliana non intercetta ma viene graziata dagli attaccanti bianconeri che non ne approfittano. Al 18′ Fernandez ci prova con una rovesciata che premia solo l’estetica, Capasso neutralizza facilmente. Al 29′ Nola vicino al gol con Cardone ma Calandra vola e devìa in angolo. Il secondo tempo regala più emozioni: al 13′ Capasso si supera e para su Saba, sulla ribattuta Fernandez spinge in rete ma è in fuorigioco.  Il Nola va viccino al gol in ben 3 occasioni tra il 20′ e il 35′ ma prima Faella e poi due volte Esposito non trovano il vantaggio. Al 39′, quando tutto sembrava far presagire il pareggio, il Troina va in vantaggio: follia difensiva di Mileto che tenta un dribbling in uscita, Saba gli ruba palla e fa partire una conclusione che si insacca alle spalle di Capasso. Il Nola si spinge nervosamente in avanti ma le speranze si infrangono al 49′ quando Reale sciupa una buona occasione da corner.

Il Troina, al quinto posto, ha fermato il Nola al tredicesimo posto a 14 punti. I bianconeri ora avranno molti scontri diretti, primi tra tutti quelli con San Tommaso e Castrovillari. Non è escluso che la società possa intervenire sulla rosa nel mercato. La corsa alla seconda salvezza consecutiva in Serie D continua.

 

[foto Francesco Ruggiero]