Input your search keywords and press Enter.

Nola: tre sezioni FIDAPA premiano 4 donne del territorio per i loro meriti

Nella serata del 29 maggio, nella splendida cornice del museo archeologico di Nola, l’Associazione FIDAPA ha sviluppato il tema nazionale proposto per il biennio 2017/2019.
Protagoniste della manifestazione sono state le tre sezioni di Nola, Palma Campania e San Giuseppe del Vesuvio con le rispettive presidenti Nensi Romano, Antonella Trocchia e Anna Carillo, che per l’occasione hanno lavorato insieme per un fine comune.
Ospiti d’onore della serata la vice presidente nazionale, Cettina Oliveri, e la vicepresidente distrettuale Margherita Vindice, che ha introdotto il tema “La creativita’ femminile e l’innovazione tecnologica come motori di sviluppo economico e sociale.Obiettivi e progetti“.
Il tema di quest’anno, affidato per statuto alle vicepresidenti, tratta una tematica di grande attualità in riferimento al delicato momento politico ed economico che sta vivendo l’Italia, quello della donna che con il suo talento lotta per l’affermazione dei suoi diritti, pattimento degli steteotipi e per la conquista di ruoli sociali sempre piu’ dignitosi.
La Fidapa ha deciso allora di premiare 4 donne che si sono distinte nell’ambito territoriale per aver  apportato un valido contributo sociale ed artistico distinguendosi in tre campi completamente diversi quali l’imprenditoria legata al web, la musica e l’alta moda. Per la sezione di Nola la vicepresidente Maria Manganiello ha premiato la cantante lirica Angela de Lucia e la violinista Raffaela Viscardi che, con le loro rispettive esibizioni, hanno avuto una meritata standing ovation da parte del pubblico. Rosanna Ferrara, vicepresidente di Palma Campania, ha premiato Ermelinda Isernia, una stilista di alta moda che ha presentato alcuni dei suoi modelli in una suggestiva sfilata. Infine, Luisa Del Giudice, vicepresidente della sezione di San Giuseppe del Vesuvio, ha premiato la food blogger Valentina Boccia, creatrice del blog “Ho voglia di dolce”.
Uno speciale ringraziamento – riferisce l’organizzazione – va all’ arch.Giacomo Franzese, direttore del museo, per averci ospitato in un luogo cosi’ incantevole ricco di storia e di arte, oltre che al presidente della Pro Loco di Nola per aver omaggiato gli ospiti con delle pubblicazioni.”