Input your search keywords and press Enter.

Nola: tra amichevoli e mercato entra nel vivo la pre-season dei bianconeri

La prima uscita del Nola 2019/2020 targato Gianluca Esposito è stata un’amichevole: i bianconeri sono stati ospiti della Gelbison, formazione di Vallo della Lucania. La sgambata d’Agosto, suddivisa i tre tempi, 1 da 40 minuti e due da 30, è terminata 0-0. Spunti positivi sono arrivati nonostante i ritmi bassi: Gaye e Guarro sono sembrati già pronti, fisicamente e mentalmente. Sulla rampa di lancio Stoia e Chiacchio: il primo ha mostrato un certo feeling proprio con l’esterno ex Juve Stabia, creando qualcosa di interessante sulla sinistra; il secondo, nei minuti a sua disposizione è stato spesso spina nel fianco della retroguardia vallese, colpendo anche una traversa.

Dopo la Gelbison è toccata all’Acerrana scontrarsi in amichevole con i bianconeri. Il Nola ha battuto la compagine di Promozione 5-1: reti di Di Caterina (altro profilo giovane e interessante), Catavere, Stoia e Gilberti (in doppia). Prossime amichevoli: 14  agosto, di mattina, al Volpe di Salerno contro la Primavera della Salernitana; 22 agosto al Pasquale Iannello di Frattamaggiore contro la Primavera del Napoli. 

Sul mercato, nel frattempo, altro colpo in difesa: dal Gela arriva Francesco Mileto. Il 25 maggio 2014, allo stadio Rigamonti di Brescia, il 18enne Francesco Mileto faceva il suo esordio tra i professionisti, in serie B, con la maglia della Juve Stabia. L’anno seguente le Vespe lo girano in prestito al Siena, fallito e ripartito dalla D, con cui Mileto vince il girone toscano. Da allora tanta serie C: due mezze stagioni al Messina (che affronterà da avversario nel girone I) e una stagione e mezza ad Agrigento con l’Akragas. Lo scorso anno il ritorno in D con la maglia del Gela, con cui ottiene la salvezza, prima della mancata iscrizione dei siciliani al campionato 2019/20. In settimana lo svincolo è diventato ufficiale, permettendogli di firmare per i bianconeri. Francesco Mileto è un difensore centrale dotato di grande forza fisica e una buona tecnica di base: contro la Gelbison ha già comandato la linea con autorevolezza e si è distinto in fase d’impostazione con precise aperture, sia col destro che con il sinistro.

Ai nostri microfoni sono intervenuti in questi giorni alcuni membri dello staff per fare il punto sulla pre-season. Soddisfatto mister Esposito, che dichiara:

Sono contento innanzitutto per la risposta dei ragazzi ai carichi di lavoro, visto che hanno giocato riuscendo a reggere i 100 minuti della partita; nessuno si è fatto male è questo è già un dato molto positivo e molto confortante. Sono contento anche del tentativo di applicare quelle che sono state le cose che abbiamo provato sin qui. Ricordiamolo: è una squadra giovanissima che non ha l’esperienza per poter giocare da soli senza dettami, questa è una cosa che arriverà col tempo. Essendo una squadra giovanissima, come detto, io vedo ampi margini di miglioramento e questo mi fa ben sperare.

A caldo anche le prime impressioni del presidente, Alfonso De Lucia:

Impressione positiva? Sicuramente l’ho avuta per lo spirito di sacrificio che la squadra, seppur ancora in fase di preparazione, ha mostrato durante la gara; rispecchia lo spirito dell’allenatore e questo è già una cosa positiva. Sicuramente dovremo migliorare sotto il punto di vista tattico e sotto il punto di vista Atletico, tuttavia ho visto dei ragazzi che corrono, vanno a mille anche oltre la soglia della stanchezza e questa è una cosa importante. Sono molto fiducioso per questa stagione, sicuramente ci manca qualcosa: abbiamo fatto un’amichevole senza punte, tant’è vero che abbiamo schierato Guarro punta centrale perchè Cappiello ha un risentimento; un’altra punta la prenderemo, quindi l’organico andrà completato, ma per ora stiamo valutando diverse opzioni. Penso sia stato un test positivo quello con la Gelbison, ora bisogna guardare già al futuro proiettati verso l’appuntamento di Coppa Italia contro la Nocerina il 18 Agosto.

Intervenuto anche Cosimo Baldassarre, giovane membro dello staff scelto dalla società come allenatore in seconda. Tarantino di nascita ma nolano d’adozione, ci ha confidato le sue sensazioni per questa nuova avventura:

Questa nuova esperienza mi dà un’emozione fortissima. Spero di essere all’altezza, di sicuro darò il 100% in ogni allenamento e in ogni partita durante questa avventura. L’aspetto tecnico-tattico e i ritmi sono stati differenti nei due impegni. Rispetto al test di Vallo della Lucania, con l’Acerrana abbiamo potuto provare più soluzione offensive, che pare abbiano anche funzionato bene. C’è da lavorare ancora molto ma arriveremo pronti al primo impegno ufficiale di Coppa Italia, domenica contro la Nocerina.

Giorgio Lisio

Giovane collaboratore, appassionato di temi di attualità e sport. Collabora, tra gli altri, anche con l'emittente televisiva Videonola. Giornalista pubblicista dal 2019.