Input your search keywords and press Enter.

Nola, Regi lagni e rifiuti: com’è la situazione attuale?

Nel corso del mese di settembre il Comune di Nola si è visto impegnato in una alquanto difficile opera di richieste burocratiche in merito alla pulizia dei Regi Lagni, nonché di prevenzione del rischio idrogeologico. Nuovi sviluppi si sono avuti dopo l’incontro con l’assessore all’ambiente della Regione Campania il 6 settembre scorso e l’impegno di quest’ultima, tramite la società Campania Ambiente e servizi S.P.A, a concordare con il Comune di Nola le eventuali modalità di rimozione dei rifiuti in alveo, tenendo conto però che, in virtù della legge regionale della Campania n.14 del 26 maggio 2016, i costi di allontanamento e smaltimento dei rifiuti ritrovati all’interno dei tratti di alveo saranno a carico dei Comuni.

La situazione pare essersi parzialmente sbloccata con il sopralluogo dei tecnici della società regionale, in data 11 settembre, al fine di individuare i tratti di reticolo idraulico di competenza regionale dove far eseguire le attività preliminari di decespugliamento e campionamento dei sedimenti, così da poter predisporre le perizie tecniche di manutenzione.

Attuando la rimozione di rifiuti si potrà procedere poi alla caratterizzazione degli inerti. All’esito della caratterizzazione, quindi, si valuterà se il materiale prelevato è di risulta o è riutilizzabile, con le conseguenze che ne deriveranno.

Allo stato attuale va segnalata poi, allo scopo di messa in sicurezza idrogeologica del territorio, una proposta di delibera di giunta comunale. La proposta, a firma dell’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Iazzetta, prevede di adottare la variazione al programma triennale dei lavori pubblici 2019-2021 inserendo i progetti relativi:

1) Lavori di messa in sicurezza e sistemazione idrogeologica area Cimitero, con importo complessivo di € 999.643,60;

2) Lavori di messa in sicurezza e sistemazione idrogeologica centro urbano di Nola, nell’importo complessivo di 999.302,00;

3) Lavori di messa in sicurezza e sistemazione idrogeologica a valle ferrovia Nola-Baiano, nell’importo complessivo di 999.757,06;

4) Lavori di messa in sicurezza e sistemazione idrogeologica zona Bracciolla, nell’importo complessivo di €999.800,98;

5) Lavori di messa in sicurezza e sistemazione idrogeologica zona Castel Cicala, nell’importo complessivo di 999.997,40.

Una richiesta di finanziamento nei confronti del Ministero degli Interni di cinque lavori di messa in sicurezza e sistemazione idrogeologica del territorio, per una somma pari a cinque milioni di euro, come previsto dal bando ministeriale.

In merito alla situazione rifiuti nel territorio del comune di Nola, infine, il neo assessore all’Ambiente Vincenzo Scolavino, ha dichiarato:

L’ufficio ambiente sta valutando il cronoprogramma per l’ esecuzione dell’appalto inerente al servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani. Attualmente la Buttol, aggiudicataria dell’appalto in questione, opera infatti in forza di un verbale di consegna sotto riserva di legge. Completate le operazioni preliminari ed acquisite le garanzie dovute per legge dall’aggiudicataria, sarà possibile sottoscrivere il contratto di appalto, la cui esecuzione dovrà avvenire nel rispetto degli obblighi prestazionali fissati nel CSA e nella proposta migliorativa della Buttol. La sottoscrizione del contratto e l’avvio fisiologico del servizio integrato dovrebbe porre rimedio alle criticità rilevate dopo il mio insediamento, fermo restando che persiste l’esigenza di operare i dovuti controlli sullo svolgimento del servizio, nonché di coltivare un costante dialogo con la dirigenza della Buttol.

[foto pagina Facebook “Rifiutarsi”]

Annibale Pietro Napolitano

Classe '90, blogger dedito ai temi legati all'ambiente e alla società nel suo insieme. Studi classici. Appassionato di narrativa e cinema.