Input your search keywords and press Enter.

Nola: progetto pilota contro la discriminazione, 12 ore di corso per gli operatori sportivi

Scendiamo in campo contro la violenza: l’educazione di genere attraverso lo sport”: parte da Nola il corso di formazione  teorico – esperienziale per  informare e sensibilizzare la cittadinanza sui temi della discriminazione, delle violenze e delle pari opportunità. Quattro step per favorire processi di inclusione all’interno dei contesti sportivi e promuovere una cultura di valorizzazione delle differenze, al fine di prevenire e contrastare forme di discriminazione legate allo stigma sessuale e di genere.

Il progetto è promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi e curato dall’assessore al ramo Carmela De Stefano, in collaborazione con la Sezione Anti-discriminazione e Cultura delle Differenze del Centro di Ateneo SInAPSi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Il corso, articolato in 4 moduli formativi della durata di 3 ore ciascuno (9.30-12.30), si svolgerà  nella sala Consiliare del Municipio a cominciare da sabato 23 settembre e proseguirà nei giorni 21 ottobre, 11 novembre e 2 dicembre. Gli incontri, condotti da psicologi esperti sulle tematiche delle discriminazioni, sono rivolti a quanti lavorano, a diverso titolo, presso associazioni e società sportive del territorio nolano.

Un progetto pilota di grande innovazione che trova la collaborazione dell’ Università Federico II per proseguire un percorso ed una interazione tra sport e pari opportunità da tempo intrapreso da questa amministrazione – evidenzia l’assessore preposto Carmela De Stefano – Ogni intervento finalizzato alla prevenzione delle situazioni di disagio ed alla cultura della coesistenza sociale pacifica e solidale è vincente: educare in questo caso significa prevenire la devianza attraverso l’acquisizione di competenze spendibili sicuramente in ambito sportivo ma non solo.”