Input your search keywords and press Enter.

Nola piegata da un temporale di poche ore: fanghiglia e disagi dappertutto

Sono bastate circa 3 ore per mettere in ginocchio una città come Nola, sono bastate 3 ore per ridurre molte strade in un budino. Un fulmine a ciel sereno, tanto per rimanere in tema. Molti i tombini saltati, tante le strade allagate, ma soprattutto tanto il fango e i detriti che si sono formati sul manto. Parecchie le zone che hanno visto il livello dell’acqua salire quasi oltre le ruote dei veicoli; il traffico è stato rallentato per alcune ore, mentre i vigili del fuoco hanno dovuto adoperare anche mezzi anfibi. A San Paolo Bel Sito, in via Casavisciano a pochi metri dal confine nolano, un muro ha ceduto ed ha fermato la sua caduta su un’ auto in sosta; la vettura è stata completamente distrutta, ma fortunatamente non ci sono stati feriti. E’ paradossale che nel terzo millennio una città come Nola possa essere messa in serio pericolo da un temporale estivo, certamente molto intenso ma anche abbastanza breve. E’ sicuramente il risultato di anni e anni di promesse non mantenute e cattiva gestione, che hanno portato ad un precario sistema fognario e a strade che si possono disgregare al primo acquazzone. Ecco alcune foto e video:

San Paolo Bel Sito, via Per Palma

 

Nola, via Circumvallazione

 

Nola - via San Paolo Bel Sito

Nola – via San Paolo Bel Sito

Nola - cittadini tentano di rispondere ai disagi provocati dal maltempo. FOTO : Movimento5Stelle

Nola – cittadini tentano di rispondere ai disagi provocati dal maltempo. FOTO : Movimento5Stelle

Nola - vigili del fuoco all'opera. Foto Movimento5Stelle

Nola – vigili del fuoco all’opera. Foto Movimento5Stelle

San Paolo Bel Sito - auto distrutta dal cedimento di un muro

San Paolo Bel Sito – auto distrutta dal cedimento di un muro

Nola - via Circumvallazione, fango sui marciapiedi

Nola – via Circumvallazione, fango sui marciapiedi

Foto: Movimento5Stelle

Foto: Movimento5Stelle

Foto: Movimento5Stelle

Foto: Movimento5Stelle