Input your search keywords and press Enter.

Il Nola mette paura al Palermo ma deve capitolare: 0-1 il risultato finale

Lancini salva due volte il Palermo e regala ai rosanero il nono successo su 9  giornate. Il gol ad inizio ripresa del difensore centrale, preceduto da un suo salvataggio sulla linea su Cardone, cambia la storia del match, che già nel primo tempo con una colossale occasione di Cappiello, poteva prendere un’altra piega. E invece il Nola rimedia la sua seconda sconfitta consecutiva allo Sporting ma, a differenza di una settimana fa, raccoglie l’applauso convinto e meritato del suo pubblico per una prestazione di spessore. Il doppio ex Felice Centofanti è stato premiato prima del calcio d’inizio: “È sempre bello tornare a Nola”.

AZIONI SALIENTI Al 5’ cross di Todisco a centro area, tira di prima Cappiello ma calcia alto. Al 13’ cross di Gargiulo che trova Todisco sul secondo palo che di testa però spedisce alto. Al 28’ occasione colossale per i bianconeri: Cappiello scappa via e piazza lo scatto sulla trequarti, ma proprio al momento del tiro, a pochi passi dal portiere rosanero, viene contrastato. Al 35’ occasione del Palermo con un tiro dal limite che finisce di poco alto. Nella ripresa, al 51’, Cardone calcia a botta sicura ma Lancini salva quasi sulla linea di porta. Al 53’ probabile tocco di mano in area su cross di Cardone, ma l’arbitro lascia proseguire il gioco. Al 55’ il Palermo passa: sugli sviluppi d’un calcio di punizione sulla trequarti, Lancini la tocca al centro e con l’aiuto del palo batte un incolpevole Anatrella. Al 70’ Catavere si fa espellere per una scorrettezza su un difensore del Palermo a palla lontana: bianconeri in 10. All’89’ il Nola scodella in area il pallone della speranza, girata al volo di Todisco e parata di Pelagotti. Finisce così.

POSTGARA L’allenatore del Nola, Gianluca Esposito, nel post partita ha così comentato:

Senza dubbio la miglior partita della stagione, interpretata con il piglio della grande squadra, senza timori. Il rammarico è grande: meritavamo ameno il pari per le occasioni, la vittoria per l’interpretazione. A fine gara le mie erano lacrime di rabbia: c’era voglia di regalare al pubblico e a noi stessi una giornata storica.

TABELLINO

Reti: Lancini al 55’
NOLA (3-4-3): Anatrella; Gargiulo, Mileto, Reale (80′ Marrella); Todisco, Cardone
(88′ Sannia S.), Langella, Guarro; Di Caterino (61′ Serrano), Cappiello, Catavere. A disp.: Capasso, Gaye, Sanna A., Moreschini, Stoia, Giliberti. All. Esposito.
PALERMO (4-3-2-1): Pelagotti; Doda, Lancini, Crivello, Vaccaro; Kraja (66′
Langella), Martin, Mauri; Santana (70′ Ficarrotta), Felici; Sforzini (81′ Lucera). A disp.: Fallani, Peretti, Bechini, Ambro, Martinelli, Ricciardo. All. Pergolizzi.
ARBITRO: Lipizer di Verona.
NOTE: Ammoniti Cardone, Guarro, Gargiulo (N), Martin, Mauri, Lucera (P). Espulso Catavere (N) al 70’. Spettatori 1000 circa