Input your search keywords and press Enter.

Nola: movida violenta, giovane pestato a sangue in piazza G.Bruno

Ancora movida violenta a Nola, una serata che poteva finire in tragedia. A poche ore dall’aggressione, tuttavia, la Polizia di Nola, è riuscita già ad identificare gli aggressori, giovani e già noti per diverse vicende e per il loro “modus operandi” di aggredire in branco.

Il grave fatto di cronaca è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì: nella città bruniana si sono da poco conclusi i festeggiamenti per il Capodanno Nolano, i cittadini stanno dando il benvenuto al Giugno Nolano ma le urla di giubilo vengono strozzate in gola dalle grida di paura. In via Conte Orsini, nei pressi di Piazza Giordano Bruno, scoppia una rissa per futili motivi ma ben presto le percosse cominciano a diventare multiple, due giovani hanno preso di mira un minorenne e non hanno intenzione di fermarsi. Secondo le testimonianze raccolte dagli uomini del Commissariato di Nola, infatti, la vittima sarebbe stata colpita anche a terra, mentre intorno il branco rimaneva a guardare. Il giovane, ormai esanime in una pozza di sangue, viene salvato solo dalle urla di alcuni presenti che mettono in fuga gli aggressori e fanno accorrere la volante della Polizia.

Il giovane è stato dapprima ricoverato all’Ospedale di Nola ma in seguito, viste le gravi ferite, è stato trasferito al Rummo di Benevento, dove resta in prognosi riservata, nel reparto specializzato di neurochirurgia e maxilofacciale per le lesioni e le fratture ricevute al setto nasale, alla mandibola, alla mascella ed alle orbite oculari.

Nella giornata di ieri, verso le 13, gli uomini del Commissariato di Polizia di Nola hanno fermato R.S.M., minorenne, ed un altro giovane appena maggiorenne con l’accusa di tentato omicidio. Il minorenne è stato affidato al carcere minorile presso i Colli Aminei, mentre l’altro fermato è stato denunciato in stato di libertà. Restano tuttavia attive le attività di prevenzione della Polizia di Nola nei riguardi degli altri minori segnalati.