Input your search keywords and press Enter.

Nola: la verità della donna senzatetto. Guarda il video esclusivo

E’ ormai da molto che vi stiamo parlando della storia di Marcella, la donna senzatetto che dorme sotto al portico di una banca a Nola. Avevamo chiesto informazioni sul web e molti cittadini avevano risposto che conoscevano già la situazione e che l’aiutavano come potevano. Le associazioni di volontariato la supportano come possono, ma non ci sono molti fondi e il dormitorio di Nola non può ospitare donne. Il Comune è intervenuto per un solo giorno portandola in vari dormitori, tutti pieni o impossibilitati ad ospitarla. Da quel momento in poi la situazione è cominciata ad apparire abbastanza fumosa. Il Comune non si manifesta ufficialmente, in maniera ufficiosa invece fanno sapere che la donna non vuole essere aiutata e che addirittura è scappata da uno dei dormitori, a piedi e senza conoscere le strade. Abbiamo invitato più volte i rappresentanti comunali a prendere una posizione ufficiale, tuttavia ad oggi la donna vive ancora sotto al portico e non appare per niente contenta di questa situazione. Oggi siamo ritornati da lei e ci ha confermato che si arrangia come può, grazie all’aiuto dei cittadini e delle associazioni, ci ha riconfermato soprattutto che vorrebbe trovare lavoro ed un tetto sotto al quale dormire.

E’ una situazione paradossale, soprattutto se si pensa che a Nola è in corso il mese della donna, il cosiddetto mese della “donna al centro”, con convegni e manifestazioni in favore della donna. Per di più parte della squadra degli assessori comunali è formata da donne. Non riusciamo a renderci conto di come sia possibile una situazione del genere, soprattutto ci sorprende come il Comune non prenda una posizione ufficiale, mancando di rispetto agli organi di stampa, a questa donna e ai cittadini. Proprio questi cittadini che ora sono bombardati dai convegni sulle donne ma che, se alzano lo sguardo, vedono proprio una donna vivere in condizioni preoccupanti. “Donne al centro…della strada” verrebbe da dire. Il Comune di Nola non ha fondi? La donna è davvero così decisa a non essere aiutata? In tutti i casi non ci spieghiamo perchè non ci sia un’azione ufficiale, soprattutto, ribadiamo, nel mese dedicato alla donna e con assessori donne nella squadra comunale. Ci teniamo a ricordare che, anche se la donna non volesse essera aiutato, il Comune, come rifersice uno stimato avvocato di Nola al quale abbiamo chiesto consiglio, non è tenuto ad aiutarla ma deve assicurarsi che essa sia davero capace di intendere e di volere, tramite una prassi che preveda anche l’intervento di un giudice. Ancora una volta chiediamo un intervento delle istituzioni che non possono ancora cimentarsi nel gioco del “non sento, non vedo, non parlo”. Cittadini che amano Nola e che vivono con tanto spirito di solidarietà non possono essere rappresentati in questo modo. Vi proponiamo questo video nel quale siamo andati a trovare Marcella, l’ abbiamo girato di nascosto per non turbare la donna, per questo il suono non è perfetto ma si può comprendere abbastanza bene quale sia la sua volontà. Ci ha colpito soprattutto quando alla domanda “ciao, come stai?”, lei ha risposto “sto vivendo”; una risposta raccapricciante per una società civile, soprattutto per una comunità così solidale come quella nolana. La volontà di lavorare e di trovarsi una sistemazione dignitosa in lei non è cambiata, così come l’atteggiamento di chi sta cercando di aiutarla. Ora abbiamo bisogno che entri in gioco l’attore più importante, quello che fino ad ora ha fatto davvero poco. Speriamo che con questa ennesima testimonianza si prendano provvedimenti per aiutare questa donna che versa in una situazione preoccupante, in balia delle condizioni meteorologiche e anche di balordi che potrebbero usarle violenza.

di Nello Cassese

 

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news.