Input your search keywords and press Enter.

Nola, De Stefano: “Continuare il procesesso di modernizzazione della città”

Nola. Largo ai giovani, spazio alle donne. Due concetti da sempre sbandierati nel variegato mondo della politica che a Nola si è tradotto nel sorprendente, e per certi versi, entusiasmante, successo elettorale conseguito dalla neo consigliera di maggioranza, la dottoressa Carmela De Stefano. 29 anni, idee chiare e grande umiltà, la giovanissima consigliera eletta fra le fila di Forza Italia, è risultata la terza donna più eletta di Nola con ben 608 preferenze alle spalle dell’architetto Cinzia Trinchese, e della veterana, la professoressa Carmela Scala.

“Il risultato elettorale è andato ben oltre le più rosee aspettative – ha dichiarato la dottoressa De Stefano – facendo di questa mio primo approccio al mondo politico un vero e proprio trionfo. Essere la terza donna eletta in consiglio ad appena 29 anni, è motivo di grande orgoglio e soddisfazione che adesso dovró trasformare in impegno costante per la città. Ma al di là del risultato personale, sono molto soddisfatta di quanto fatto dalla coalizione a supporto del sindaco Geremia Biancardi che è riuscito a trionfare a conclusione di due tornate elettorali molto dure ed impegnative. La città di Nola ha voluto premiare la concretezza di un’amministrazione che nei prossimi cinque anni proverà a completare il processo di modernizzazione della città iniziato nel 2009”.

Continuare a fare, portando in consiglio comunale la passione e le idee di una nuova generazione politica che la dottoressa De Stefano spera di poter rappresentare nel migliore dei modi: “Per tutta la campagna elettorale, e anche prima, è stato contrapposto un presunto  “cambiamento” a quella che era stata la politica della prima amministrazione Biancardi – ha proseguito la neo consigliera De Stefano – una prospettiva peraltro bocciata da Nola in sede elettorale ed in contrapposizione con quelle che sono le mie idee. Nello scendere in campo al fianco del sindaco Biancardi ho, infatti, ritenuto che la vera rivoluzione dovesse passare attraverso la continuità, tenendo presente che Nola non aveva mai lavorato come è stato fatto negli ultimi cinque anni. Bisognava e bisognerà, dunque, sostenere nuovamente l’attuale primo cittadino bruniano per rafforzarne un’azione politica che si spera possa definitivamente elevare Nola al ruolo di città guida a livello regionale”. E a tutti quelli che già prevedono vita dura in consiglio per una professionista non ancora scafata ed esperta, la dottoressa De Stefano risponde così: “Per quanto giovane rispetto a quelle che in tanti ritengono essere le dinamiche politiche nolane, Sarò attenta, umile ma allo stesso tempo pronta a combattere per le mie idee facendo leva su un carico di entusiasmo e voglia di fare con cui intendo ripagare la fiducia di chi – ha concluso Carmela De Stefano – mi ha premiato con un così alto numero di preferenze”.