Input your search keywords and press Enter.

Nola: arriva l’AMI – associazione matrimonialisti italiani –

Si occuperà di diritto di famiglia, dei minori e del nucleo familiare sostenendolo nel momento di crisi. E’ l’AMI, l’associazione matrimonialisti italiani già presente nelle maggiori città italiane ed oggi anche a Nola. Il neo organismo composto da un pool di professionisti tra avvocati, psicologi, giuristi ed educatori, è presieduto da Carmela Cassese e sarà presentato alle 15.30 di giovedì 14 aprile nella sede del circolo ‘Giordano Bruno’ di Piazza Duomo. All’incontro, patrocinato dall’assessorato alle pari opportunità guidato da Carmela De Stefano, prenderanno parte il presidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Nola, Francesco Urraro; la consigliera nazionale e coordinatrice della commissione pari opportunità Maria Masi; la presidente della sezione Ami di Napoli Valentina De Giovanni; il magistrato e scrittore Eduardo Savarese; il priore provinciale dei frati predicatori della provincia san Tommaso d’Aquino in Italia, padre Francesco La Vecchia e la docente di psicologia clinica, coordinatrice del servizio antidiscriminazione e cultura delle differenze del centro Sinapsi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Annalisa Amodeo. Un’occasione per confrontarsi anche sul tema delle unioni civili che – come ha spiegato l’assessore Carmela De Stefano – “rappresenta per il nostro paese un momento di cambiamento sociale che, se da un lato va regolamentato attraverso le norme, dall’altro rappresenta un momento di riflessione comunitaria. È per questo – ha concluso Carmela De Stefano – che i momenti di confronto sono fondamentali”.

“Terminato l’impatto mediatico contraddistinto da un lungo e acceso dibattito sociale, politico ed istituzionale – ha dichiarato il presidente dell’ordine forense di Nola Francesco Urraro –  è giunto il momento della riflessione rispetto a norme che introducono nel nostro ordinamento un principio di civiltà giuridica, che noi avvocati, per il ruolo e la funzione di presidio di legalità che svolgiamo all’interno della società, siamo tenuti ad applicare e difendere”.

“Il tema delle unioni civili ci occupa da anni e sembrerebbe che il dibattito si sia concluso con la legge Cirinnà – ha affermato la presidente della sezione Ami di Napoli Valentina De Giovanni –  In realtà le questioni connesse alle coppie di fatto saranno ancora al centro della dialettica sociale e del mondo della giustizia. Per tale ragione, la sezione territoriale di Nola dell’AMI si presenterà ai colleghi ed alla società locale proponendo un’analisi non solo tecnica ma anche sociale ed etica”. “Con questo convegno – ha dichiarato la responsabile della sezione Ami di Nola, Carmela Cassese – abbiamo voluto fortemente concentrare l’occasione di studio su un tema di grande pregnanza ed attualità, quale quello delle unioni civili, testimoniando il nostro impegno quotidiano a tutela dei diritti civili. Offriremo – scevri da qualsiasi condizionamento –  a chi parteciperà, significativi spunti giuridici e sociali”.

 

Durante la presentazione, il pittore Antonio Giuliano esporrà alcune delle sue opere.