Input your search keywords and press Enter.

Nola: aperta una nuova sede FAI presso la biblioteca comunale

Dal 24 Febbraio è aperta ai nuovi iscritti e simpatizzanti la nuova sede Fai di Nola presso la biblioteca comunale nel corso cittadino.

Cos’è il FAI? È una Fondazione senza scopo di lucro che opera grazie al sostegno di privati cittadini, aziende e istituzioni per tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio d’arte, natura e paesaggio italiano.
Fin dalla sua fondazione, nel 1975, si è ispirato al National Trust Inglese.
Il Fai con il contributo degli iscritti e finanziatori:
– cura in Italia luoghi speciali per le generazioni presenti e future;
– promuove l’educazione, l’amore e la conoscenza e il godimento per l’ambiente, il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione;
– vigila sulla tutela dei beni paesaggistici e culturali, nello spirito dell’articolo 9 della Costituzione Italiana.
A livello nazionale Il Fai è presente sul territorio italiano con 35 beni regolarmente aperti al pubblico. Ha inoltre 16 beni tutelati, 6 beni in restauro e delegazioni Fai attive su 75 luoghi rappresentativi dell’identità collettiva a rischio.

Il Gruppo FAI di Nola è stato attivo nell’ultimo anno nelle due giornate del 24 e del 25 marzo nella tutela del borgo medioevale del centro storico, con l’apertura straordinaria alla visita guidata del pubblico della Chiesa di San Biagio, del Complesso di Santa Chiara e del Palazzo Orsini.
Il costo dell’iscrizione standard è di 39 euro l’anno. Altre quote più favorevoli sono previste invece per chi è al di sotto dei 25 anni, si iscrive in coppia o in famiglia. Per i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni è presente la sezione Fai Giovani in numerose città italiane con oltre 80 gruppi di Fai Giovani in crescita perenne, uno dei quali presente anche nella città bruniana.

Il FAI Giovani di Nola presente all’interno delle delegazioni Fai ha il compito di coinvolgere giovani professionisti e creare una rete nazionale che condivida la missione del FAI. Il FAI offre inoltre ai giovani universitari interessanti opportunità formative grazie alle quali è possibile fare un’esperienza nelle delegazioni FAI sul territorio o nei beni FAI, diventare tutor degli Apprendisti Ciceroni, iscriversi a workshop tematici e partecipare a laboratori in cui approfondire i contenuti culturali delle visite ai luoghi aperti in occasione delle Giornate di Primavera e d’Autunno.

Annibale Pietro Napolitano

Classe '90, blogger dedito ai temi legati all'ambiente e alla società nel suo insieme. Studi classici. Appassionato di narrativa e cinema.