Input your search keywords and press Enter.

Nola alla vigilia di Coppa, De Lucia: “A prescindere dal risultato, questa finale resterà nella nostra storia”

La lunga attesa è finita. Domani (mercoledì 7 febbraio) la S.S. Nola 1925 scenderà in campo allo stadio Torre di Pagani contro il Savoia nella finalissima di Coppa Italia Dilettanti campana 2017/2018. Dopo la bella e rotonda vittoria in campionato di Agropoli, capitan Schioppa e compagni sono proiettati verso quello che per tutta la città di Nola è un vero e proprio sogno. Battere la corazzata Savoia regalerebbe a tutto l’ambiente bianconero una gioia infinita pari solo all’entusiasmo risbocciato in città negli ultimi 3 mesi attorno alla squadra allenata da mister Liquidato. La corsa al biglietto è durata circa una settimana e stando agli ultimi rumors dovrebbe regalare una serata a dir poco speciale per i colori bianconeri allo Stadio Torre di Pagani, scelto dalla Lega Nazionale Dilettanti come campo neutro della sfida, ricca di blasone e storia, con il Savoia.

“Per la nostra società questa finale, a prescindere dal risultato finale, resterà per sempre nella storia sportiva nolana – ha dichiarato il presidente Alfonso De Lucia perché abbiamo fatto riscoccare la scintilla della passione degli appassionati nolani avvicinando la squadra alla città. Negli ultimi 10 giorni siamo stati sommersi dall’affetto e dal calore della nostra gente che adesso ci chiede di conquistare una Coppa che sancirebbe il definitivo ritorno del Nola nel gotha del calcio campano. Ci proveremo, i ragazzi ci proveranno consapevoli di affrontare una delle squadre più forti dell’intero panorama dilettantistico italiano. Il Savoia è una vera e propria big per storia, blasone e pubblico. Per noi sarà un onore ed un piacere affrontarli confidando nel supporto dei nostri tifosi che a quanto pare coloreranno Pagani. I nostri tifosi – ha concluso De Lucia – saranno l’arma in più per provare a centrare una grande impresa”.

“Il Savoia è un’autentica corazzata, forte in ogni zona del campo con calciatori di serie superiore acquistati per vincere contro tutto e tutti – ha esordito mister Stefano Liquidato – ma noi non dobbiamo approcciare a questa finale con lo spirito di chi ha già perso a prescindere. Abbiamo dimostrato in questi ultimi due mesi di potercela giocare sempre ed è quello che proveremo a fare anche contro il Savoia. La squadra ha lavorato duramente in questi ultimi giorni dovendo preparare sfide contro Sorrento prima e Agropoli poi. C’è concentrazione ed entusiasmo, un mix molto stimolante per provare a fare qualcosa di speciale. Ci proveremo, anzi posso dire che daremo il 110% per il Nola e per la città di Nola. Tatticamente sarà una battaglia, loro hanno tanti campioni esperti che possono farci male ma anche noi abbiamo qualche freccia da giocarci. Siamo pronti – ha concluso Stefano Liquidato – ed ora non resta che scendere in campo e misurarci con il grande Savoia”.

 La Lega ha annunciato la terna arbitrale che dirigerà il match. Arbitro della finalissima di Coppa Italia Savoia-Nola sarà il signor Carlo Esposito della sezione di Napoli. Gli assistenti infine saranno i signori Domenico Castaldo (della sezione di Frattamaggiore) e Cristiano Pelosi (della sezione di Ercolano). Fischio d’inizio alle ore 19 allo stadio M. Torre di Pagani.