Input your search keywords and press Enter.

Nola 1925: in arrivo i giovani under Chiacchio e Marrella

Continua la giovane campagna acquisti del Nola 1925, la prima compagine calcistica di Nola impegnata in Serie D. Si allenavano con il Nola da oltre una settimana, ma oggi Luigi Marrella e Nicola Chiacchio possono dirsi ufficialmente giocatori del Nola. Sugli ultimi due tasselli del parco under bianconero, arrivato a quota 10 elementi, c’è la regia del dg Francesco Montervino. Marrella è un difensore destro classe 2001 (era svincolato), mentre Chiacchio è un attaccante esterno classe 2000, proviene dal Cattolica San Marino.  Entrambi sono cresciuti in due settori giovanili importanti come quelli di Napoli e Benevento.

Con Reale e Sannia, Luigi Marrella è il terzo 2001 della difesa bianconera. La difesa a 3 che ha in mente il tecnico Esposito è l’habitat ideale per un approdo morbido nel campionato “dei grandi”. E dopo l’esordio in D, meno di un anno fa, con la maglia del Portici (45’ contro il Castrovillari), l’ex giovanili del Napoli è pronto per la nuova avventura. Queste le sue prime parole:

La scelta era tra Nola e Giugliano, ma il direttore Montervino mi ha convinto del progetto e ho scelto i bianconeri. Sono pronto.

Di Nicola Chiacchio se ne diceva un gran bene. Quando il Benevento giocava in A, lui e Brignola (che De Zerbi ha poi lanciato e portato con sé al Sassuolo) spesso erano aggregati alla prima squadra. Esterno d’attacco di piede destro, la velocità e il dribblingsono le sue qualità più evidenti, che gli hanno permesso di fare rapidamente strada dal settore agonistico del Monteruscello fino alla Primavera dei giallorossi. Il passaggio al Cattolica San Marino gli è valso il primo gettone di presenza in D (Contro il Reggio Audace nel girone emiliano) ma non il salto di qualità che tutti si attendevano. Il Nola diventa per lui una chance fondamentale. E lui lo sa bene, ecco cosa ne pensa:

Ho scelto Nola per la storia che rappresenta – spiega Nicola- e soprattutto perché e una società ambiziosa e punta sulla valorizzazione dei giovani. Ringrazio il Presidente e il direttore Montervino che mi stanno dando questa opportunità.