Input your search keywords and press Enter.

Nola 1925, De Micco: “Classifica distorta, ora vogliamo chiarezza”

“Siamo la squadra che ha fatto più punti sul campo, abbiamo la miglior difesa e più di 70 gol realizzati. Onore al RUS Vico che ha fatto uno splendido campionato, ma hanno ricevuto 6 punti a tavolino e, a parer nostro, la classifica è stata evidentemente distorta da questa gestione. Solo in ritardo sono venuto a conoscenza di alcune notizie importanti, ma sono certo che siamo nel giusto e voglio che questo calcio in cui credo ci tuteli, o quantomeno mi aspetto che ci rispondano ufficialmente”: così il DG del Nola 1925 ha commentato la questione riguardo l’assegnazione dei punti a tavolino in conseguenza dell’esclusione della Juve Pro Poggiomarino.

LA QUESTIONE. Il 2 gennaio la società Juve Pro Poggiomarino ha annunciato alla Federazione via fax il proprio ritiro, con effetto immediato, dal campionato di Promozione in corso e lo scioglimento della propria società. Il 7 gennaio la FIGC comunica il ritiro del team di Poggiomarino, mentre il 14 informa che “la società Juve Pro Poggiomarino ha comunicato il proprio ritiro con decorrenza dalla prima gara del girone di ritorno”.

POSSIBILI SCENARI. Poichè non era ancora iniziato il girone di ritorno e la Juve Pro Poggiomarino aveva informato lo scioglimento della società e il ritiro immediato dal campionato, non invece con decorrenza dalla prima gara del girone di ritorno, sarebbe stato necessario annullare tutti i risultati precedenti e detrarre i punti, assegnando i 3 d’ufficio (a tavolino) invece a tutte le squadre nel girone di ritorno. Il Nola avrebbe dovuto perdere un punto, mentre il Vico non avrebbe dovuto ricevere i 3 punti a tavolino nel girone di andata, poichè anche in quel caso la gara con la Juve Pro Poggiomarino non si era disputata. In questo modo il Nola avrebbe avuto un punto in meno rispetto ai 69 finali e il Vico 3 rispetto invece ai 70 finali.

“Non voglio il blocco del campionato, sono una persona concreta e prima di analizzare questa situazione mi sono confrontato con altri professionisti. Invito associazioni, cittadini, istituzioni, chiunque ami Nola e il Nola Calcio – conclude il DG De Micco -a inviare un fax alla Federazione per chiedere chiarimenti immediati riguardo questa annosa questione. Il sindaco Biancardi l’ha già fatto, così come alcune associazioni di tifosi. Mi aspetto che ci rispondano in maniera chiara ed immediata, non alla fine del campionato. Vogliamo una risposta ufficiale, altrimenti potremmo rivolgerci alla giustizia ordinaria per farci tutelare. Da uomo, se dovesse essere confermato quanto già deciso in precedenza, mi sentirei male a continuare in questo calcio che amo ma che non ha tutelato me e, in questo caso, il Nola.”

Ieri il RUS Vico ha festeggiato la storica promozione diretta in Eccellenza, mentre altre problematiche simili sono state sorvolate in questi giorni anche da squadre in lotta per la salvezza.

[Foto: ssnola1925.it ]