Input your search keywords and press Enter.

Il Nola spreca e pareggia con l’Artena: sfuma l’impresa

Il Nola continua a far bene, pur non centrando ancora una volta la vittoria. I ragazzi di mister Rosario Campana lottano e sudano, sprecano tante occasioni, vanno in vantaggio ma alla fine non riescono a vincere contro la prima in classifica. La Vis Artena veniva a Nola con la forza motrice del primato in classifica e una striscia di vittorie formidabili, i nolani rasentano i bassifondi della classifica ma potevano contare su 6 risultati utili consecutivi. La gara, in definitiva, sembrava già scritta, eppure il Nola ha sorpreso tutti, forse anche gli avversari, ed ha portato a casa un punto importante, un punto che in fin dei conti lascia anche l’amaro in bocca.

Nel primo quarto di primo tempo i laziali cercano di imprimere il proprio gioco ma il Nola tiene, nonostante le defezioni di Acampora, Russo, Ruggiero, Di Maio e D’Angelo. La prima occasione degna di nota è di marca nolana al 9′: Cardone riceve palla sulla trequarti e, in libertà, serve La Monica in area piccola ma il giovane attaccante non aggancia. Al 12′ arriva la prima azione pericolosa dell’Artena con Cericola che si accentra dall’out di sinistra e tira in maniera potente, il tiro però è rasoterra e Bellarosa para in allungo. Al 28′ il portiere nolano viene chiamato ancora in causa su cross di Iozzi, il pallone vagante non trova nessun attaccante a spizzare e il portiere nolano smanaccia fuori. Al 39′ pericolo ancora per il Nola: bomber Ingretolli stoppa palla di petto all’altezza dei 25 metri, resiste a Baratto e fa partire un siluro al volo, la conclusione va di poco sopra il sette. Al 42′ è il Nola ad andare vicino al gol: cross di Sannia a rientrare, il pallone viaggia in area piccola ma Gassama e La Monica mancano il tap-in vincente per poco.

Nel secondo tempo, contro i pronostici, è il Nola a cambiare marcia e a cercare la via del gol. La prima azione pericolosa nolana è al 53′ con Gassama che, dopo aver dribblato alcuni avversari al limite dell’area, tira di precisione verso la porta sfiorando l’angolo alto. L’attaccante nolano si ripete 9′ più tardi quando, al termine di un’azione ben manovrata da lato a lato, tira di precisione rasoterra, la sua conclusione però va fuori dando solo l’illusione del gol. Al 67′ ancora un’occasione ghiotta per il Nola: fallo su Gassama al limite dell’area, sulla palla va Alvino ma il suo tiro si stampa sul lato esterno del palo. 2′ più tardi è ancora Gassama a rendersi pericoloso con uno dei suoi soliti slalom, anche in questo caso però la conclusione finale in area va di poco a lato. All’80’ arriva finalmente il vantaggio bianconero: punizione laterale dalla trequarti, palla tesa al centro, tocco sfortunato di Rossi e 1-0 per il Nola. La gioia bianconera dura però solo 2′, l’Artena reagisce con rabbia e all’82’ trova già il pari con Alonzi, abile a sfruttare un mischione su cross. I laziali fiutano la rimonta e accelerano, i nolani però si difendono bene e resistono fino alla fine. Il Nola blocca la capolista ed ora si concentra sul turno infrasettimanale in cui sarà ospite del Latina.

 

IL TABELLINO

Reti: Autorete Rossi 80′ (N), Alonzi 82′ (A).

Nola 1925: Bellarosa, Pantano (91′ Angeletti), Esposito, Baratto, Sannia, Cardone, Caliendo, Alvino, Palumbo, Gassama, La Monica (74′ Sellitti). A disposizione: Torino, Coppola, Allegretta, Gallicchio, Corbisiero, Monaco. Allenatore: Francesco Russo.

Vis Artena: Manni, Macrì (68′ Taviani), Iozzi (68′ Rizzo Pinna), Paolacci, Sabatini, Ingreolli (68′ Rossi), Contucci, Lo Porto, Cericola, Carbone, Alonzi. A disposizione: Isidori, Pompei, Cataldi, Varano, Cucciari, Fleury. Allenatore: Fabrizio Perrotti.

Arbitro: Djurjdevic di Trieste (guardalinee Papa di Chieti e Colaianni di Bari).

Note: ammoniti Caliendo, Pantano ed Esposito per il Nola; ammoniti Contucci, Rizzo Pinna e Taviani per la Vis Artena.