Input your search keywords and press Enter.

Eboli: urina in pubblico e poi pesta a sangue un uomo che l’aveva richiamato

Un gesto incivile e, purtroppo, spesso impunito. Ad Eboli, venerdì scorso, un uomo stava urinando su di un muro in via Caduti di Russia, quando un operaio 50enne, che stava percorrendo la via insieme alla figlia per tornare a casa, si accorge del vespasiano che si stava creando. Il 50enne ammonisce il ragazzo e poi accompagna a casa la figlia, prima di scendere per comprare alcune cose al minimarket; il ragazzo sembra non aver gradito l’ammonimento e aspetta il padre di famiglia dietro l’angolo, munito di cazzottiera. Pochi minuti e scatta la rissa, il malcapitato riesce a difendersi come può e a colpire il suo avventore con un calcio, ma ha la peggio. I commercianti, allertati dalla confusione, escono per soccorrere l’operaio 50enne, ma il ragazzo con la cazzottiera riesce a fuggire. Secondo quanto riportato dal Mattino, si tratterebbe di Emanuele P., pregiudicato del Rione Molinello, mentre l’operaio 50enne si chiamerebbe Damiano R., ed ora è ricoverato nel reparto maxilo facciale del Secondo Policlinico di Napoli. Il suo aggressore è stato individuato, era andato a medicarsi in ospedale fingendo di essere stato investito. E’ stato denunciato per lesioni e atti osceni in luogo pubblico; ora rischia, oltre ad una pena prevista dal codice penale, anche una multa fino a 10mila euro.