Input your search keywords and press Enter.

Napoli: poliziotto muore per fermare una rapina

Tragedia nella notte a Napoli. Un poliziotto di 37 anni è morto in un incidente stradale nel tentativo di fermare una banda di rapinatori. Nella notte la segnalazione di una rapina in corso alla filiale della banca Credit Agricole di via Abate Minichini, intervengono due volanti e i rapinatori si danno alla macchia. Mentre una li tallona, l’altra gli sbarra la strada ma l’Audi dei rapinatori non si ferma e prende in pieno il veicolo della polizia. A bordo due agenti, uno sopravvissuto e ricoverato (non in pericolo di vita), l’altro purtroppo deceduto nello schianto. Si tratta di Pasquale Apicella, 37 anni, per lui non c’è stato nulla da fare, lascia moglie e 2 figli piccoli. Secondo il Mattino, i rapinatori sono stati identificati, si tratterebbe di 3 rom del campo nomadi di Giugliano.

Questo il commento della Polizia sui social:

Pasquale Apicella era un agente scelto della Polizia e questa notte è morto durante l’inseguimento di tre criminali a Napoli. Amava la sua città e combatteva per la gente perbene. Una moglie e due figli lo hanno perduto per sempre; i colleghi del commissariato di Secondigliano e il suo compagno di pattuglia Salvatore, rimasto ferito, restano con un vuoto incolmabile. Ancora una volta, come ha ricordato il prefetto Franco Gabrielli, La Polizia paga un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo. Ci stringiamo forte a Giuliana e ai due piccoli. Coraggio.

Questo il commento del presidente della Regione Vincenzo De Luca:

Ci addolora profondamente la morte dell’agente scelto di Polizia, il trentasettenne Pasquale Apicella, deceduto questa a notte a Napoli, mentre cercava di sventare una rapina. Siamo vicini al corpo della Polizia e a tutte le forze dell’ordine che lavorano per la nostra sicurezza e, in queste settimane, contribuiscono in maniera determinante a garantire l’applicazione delle misure a tutela della salute pubblica. Il nostro cordoglio alla famiglia, alla moglie e ai due figli di Apicella, un servitore dello Stato. L’augurio di una pronta guarigione per l’altro agente rimasto ferito.